Al via da Santo Stefano il teatro per famiglie

locandina per Tutt'insieme a teatro

Tutt’insieme a Teatro – spettacoli per grandi e piccini, il progetto di teatro educativo promosso dall’Amministrazione comunale in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo onlus quest’anno parte in anticipo.
Il primo appuntamento con lo spettacolo Biancaneve è programmato per martedì 26 dicembre, un giorno di festa, ma anche un giorno  da passare in famiglia. E alle famiglie è infatti dedicato il cartellone di Tutt’insieme a Teatro che dal 26 dicembre 2017 al 25 febbraio 2018 propone spettacoli pensati per la crescita e lo sviluppo dei più piccoli nel segno della cultura e dello spettacolo dal vivo.
Quattro domeniche pomeriggio diverse per sperimentare il teatro o per assaporare insieme l’esperienza e il fascino dello spettacolo dal vivo.
Un progetto impaginato per creare particolari situazioni di condivisione fra grandi e piccini e vivere quelle emozioni che solo il teatro può dare; una proposta per uscire di casa, spegnere videogiochi e tv, stare in mezzo ad altre persone, altre famiglie, amici o sconosciuti, tutti insieme per emozionarsi, sorridere, pensare, fin dalla più tenera età.
L’obiettivo di Tutt’insieme a Teatro: spettacoli per grandi e piccini è quindi proporre un teatro educativo e che sappia combinare il puro intrattenimento sollecitando i bambini ad essere protagonisti del proprio crescere e a condividere con gli altri le emozioni che ogni scoperta può riservare.
E, come ormai tradizione, per continuare a stare insieme al termine di ogni rappresentazione, verrà offerta una merenda a tutti i bambini che assisteranno allo spettacolo.
Il programma:
Domenica 26 dicembre, ore 16,30 Crest BIANCANEVE, LA VERA STORIA testo regia scene e luci Michelangelo Campanale con Catia Caramia, Maria Pascale, Luigi Tagliente costumi Maria Pascale assistente alla regia Serena Tondo assistente di produzione Sandra Novellino tecnici di scena Walter Mirabile e Carlo Quartararo tecnica utilizzata: teatro d’attore età consigliata: dai 5 anni, produzione Crest.
Le fiabe sono eterne e di tutti, ma nascono in luoghi precisi. Biancaneve, una delle fiabe più conosciute al mondo, nasce in Germania, e le montagne innevate e le miniere profonde di quella terra ci allontanano dall’immaginario americano creato da Walt Disney. Nello spettacolo di Crest, l’ultimo dei sette nani diventa testimone dell’arrivo di una bambina coraggiosa, che preferisce la protezione del bosco sconosciuto allo sguardo, conosciuto ma cupo, di sua madre. Una madre che diventa matrigna, perché bruciata dall’invidia per la bellezza di una figlia che la vita chiama naturalmente a fiorire. Lo spettacolo vuole portare per mano i bambini “dietro le quinte” della storia, lì dove prendono forma e vita i personaggi, i loro sentimenti e le loro azioni, talvolta buoni e talvolta cattivi, quasi mai sempre buoni o sempre cattivi.
Domenica 14 gennaio, ore 16,30 Fontemaggiore IL TENACE SOLDATINO DI STAGNO dalla fiaba di Hans Christian Andersen di Marina Allegri regia Maurizio Bercini con Valerio Amoruso, Mauro Celaia, Nicol Martini musiche Enrico De Santis luci Luigi Proietti tecnica utilizzata: teatro d’attore età consigliata: dai 3 anni, produzione Fontemaggiore Centro di Produzione Teatrale .
È la notte di Natale e nel suo laboratorio il Babbo più famoso di tutti i babbi sta iniziando il suo viaggio per consegnare i doni. Quest’ anno tre giocattoli, per una strana sorte, vengono lasciati a casa. Un soldatino perché mancava lo stagno per fargli una gamba, una ballerina troppo perfetta consegnata in ritardo, un troll invidioso caduto dal sacco. Anche loro, però, avranno la loro storia… Una storia tra giocattoli; una storia in cui gli uomini non contano un molto, così come nel racconto di Andersen anche qui i protagonisti umani sono a servizio a volte del racconto, a volte dei giocattoli, a volte della sorte… Fino a che, passata la nottata, la storia finirà, in una vampata, discreta e silenziosa come si è svolta, lasciando solo un piccolo cuore di stagno bruciacchiato nel camino a testimonianza della tenacia di un piccolo soldatino.
Domenica 4 febbraio, ore 16,30 Centrale dell'Arte LA BELLA ADDORMENTATA NEL BOSCO regia, adattamento, musiche Teo Paoli con Silvia Baccianti, Lavinia Rosso, Alessandro Mazzoni, Samuele Nannoni tecnica utilizzata: teatro d’attore con canzoni originali, coreografie e video età consigliata: dai 3 anni, produzione Centrale Produzioni.
La Bella Addormentata ci racconta del rapporto fra l’essere umano e la grandezza del mondo che lo circonda, rappresentata dalla magia delle fate. Un mondo che ci può riservare pericoli e difficoltà, ma che saprà premiarci se ci entreremo in sintonia e lo sapremo accettare. La dimensione magica è al centro della messa in scena: le fate diventano narratrici e tessitrici degli eventi (il battesimo, la maledizione, il bando degli arcolai, la puntura, l’addormentamento, la nascita del bosco incantato, lo scioglimento finale), il cui succedersi è cadenzato da momenti di forte coinvolgimento sensoriale e emotivo, creati attraverso la musica, il canto, le luci, le proiezioni video e di ombre.
Domenica 25 febbraio PIPPI CALZELUNGHE di Astrid Lindgren adattamento teatrale Pino Costalunga, Marinella Rolfart traduzioni Pino Costalunga, Marinella Rolfart regia Pino Costalunga, Marinella Rolfart con Marina Fresolone, Marta Boscaini e Andrea Dellai scene, costumi e pupazzi Tjåsa Gusfor , tecnico audio e luci Riccardo Carbone, Simone Meneghell, tecnica utilizzata: teatro d’attore e di figura età consigliata: dai 4 anni , produzione: Fondazione Aida (Italia)/Glossateatro (Italia)/Papagena (Norrköping - Svezia)
Lo spettacolo narra le vicenda di Pippi e dei suoi amici attraverso i loro occhi sbarazzini e spensierati. La storia di Pippi inizia quando arriva nella vecchia casa, Villa Villacolle, con una scimmietta dallo strano nome il Signor Nilsson, un cavallo sistemato nella veranda, e le sue avventure con Annika e Tommy i suoi vicini di casa e compagni di giochi, tutto raccontato con una scenografia coloratissima e divertente.
Per abbonamenti e biglietti rivolgersi alla Biglietteria del Guglielmi tel. 0585 41678 (int. 1) o circuito Viva Ticket, canale ufficiale di prevendita del teatro. Informazioni anche via mail a teatroguglielmi@comune.massa.ms.it

Fonte Ufficio stampa

 

Argomenti del sito: 

Data ultima modifica: 
Venerdì, 15 Dicembre, 2017