Albi regionali del Terzo Settore

logo regionale terzo settore

A partire dal 1° gennaio 2016 è entrato in vigore il nuovo riassetto dell’ente Provincia, così come definito  dalla riforma  avviata con la legge Delrio e dalle leggi emanate dalla Regione Toscana in materia di riordino delle competenze delle province e delle città metropolitane (L.R. 22/2015 e successive modifiche).

In particolare a seguito della Legge Regionale 22/2015 e seguenti, la delega regionale relativa alla gestione dei Registri e degli Albi del Terzo Settore (Associazioni di Volontariato, Associazioni di Promozione Sociale e Cooperative Sociali)   passa   dalla Provincia al Comune capoluogo.

La Regione Toscana ha emanato la legge  01 marzo 2016, n. 21 "Riordino delle funzioni di tenuta degli albi regionali del terzo settore ai sensi della l.r. 22/2015. Modifiche alle leggi regionali 28/1993 , 87/1997 e 42/2002",  assegnando ad ogni Comune la competenza a ricevere le domande di iscrizione all’Albo regionale, per i soggetti del terzo settore che abbiano sede nel  loro territorio. Pertanto il Comune nel cui territorio ha sede legale l’organizzazione deve trasmettere la domanda e la relativa documentazione per l’iscrizione agli albi regionali del Terzo Settore (Cooperative Social, Organizzazioni di Volontariato e Associazioni di Promozione Social), al Comune di Massa, in via telematica, entro tre giorni dalla presentazione.

In allegato la normativa di riferimento, gli elenchi delle associazioni di promozione sociale, delle cooperative sociali, delle associazioni di volontariato e la modulistica per l'iscrizione e/o revisione.


Ufficio Relazioni con il Pubblico

Argomenti del sito: 

Data ultima modifica: 
Martedì, 12 Aprile, 2016