Alla Richiostra la mostra sulla Dalmine

manifesto mostra Faccia a Faccia

Faccia a faccia” la mostra curata da Fondazione Dalmine e Associazione Gianni Rodari, in programma a Villa della Rinchiostra dal 10 (inaugurazione ore 18) al 24 novembre prossimo, racconta attraverso una miriade di foto d’epoca tratte dall’archivio storico della fabbrica, un pezzo di storia della città e dei suoi abitanti, del lavoro e del tempo libero e, insieme, della cultura industriale italiana negli anni che vanno dal dopoguerra fino al 1990, anno cioè di chiusura dello stabilimento Dalmine di Massa .
L’evento è stato presentato a palazzo civico nel corso di una conferenza stampa alla presenza dell’assessore alla cultura Mauro Fiori, di Sacha Alberti e Marco Rivieri dell’associazione Gianni Rodari, di Manuel Tonolini e Stefano Capelli di Fondazione Dalmine e dell’ autore teatrale Fabio Cristiani.
La mostra dunque ripercorre attraverso ritratti e foto di gruppo provenienti dall’archivio storico di TenarisDalmine storie di lavoro, di luoghi e di eventi ma soprattutto racconta di persone con immagini tratte dagli archivi familiari di quanti, negli anni, hanno contribuito al progetto di dare vita ad una iniziativa culturale in grado di rievocare la memoria storica della comunità e stimolare una riflessione sulla tutela e valorizzazione dei beni comuni.
Il pubblico può infatti partecipare attivamente all’iniziativa e, riconoscendo amici, colleghi, parenti o conoscenti, può annotare nomi, storie, notizie ed informazioni e contribuire a implementare la storia dell’impresa dal punto di vista dei protagonisti.
L’esposizione alla Rinchiostra è incentrata su immagini relative alla presenza della Dalmine a Massa e dello stabilimento attivo sul territorio dal 1940 al 1990 e si tratta di un’ occasione per sottolineare il ruolo svolto dal Parco della Villa nell’esperienza del dopolavoro CRAL Dalmine.
La mostra, inserita nel calendario della XVI edizione della Settimana della cultura d’impresa promossa da Confindustria ha una versione virtuale sul sito www.facciaafaccia.org dove è possibile postare commenti e taggare le foto.
Alla Rinchiostra l'esposizione è visitabile dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 19 e il sabato e la domenica dalle 10 alle 12.
Hanno collaborato all’iniziativa il Circolo UISP Quercioli Gianni Rodari (Associazione Gianni Rodari) di Massa, Fondazione Dalmine (archivio storico di TenarisDalmine), Cesvot e Comune di Dalmine. La mostra ha il patrocinio di Regione Toscana, Provincia di Massa-Carrara, Comune di Massa, Camera di Commercio Massa-Carrara, Confindustria Livorno Massa-Carrara, CGIL, CISL e UIL.
Fra gli appuntamenti collaterali all’esposizione sono da ricordare:
 - sabato 18 novembre, alle ore 21, Fabio Cristiani, presenterà lo spettacolo O’ta pighielo... ch’i laore a la Dalmine: monologo recitato con accompagnamento musicale;
 - martedì 28 novembre, alle ore 17:30, un incontro pubblico dal titolo Cittadinanza attiva e beni culturali: il caso della Rinchiostra per relazionare sui risultati della mostra e proporre una riflessione sulla valorizzazione dei beni culturali con interventi di Sacha Alberti (coordinatore organizzativo Associazione Gianni Rodari), Carolina Lussana (responsabile Fondazione Dalmine) e Claudio Rosati (saggista e docente di antropologia museale e comunicazione dei beni culturali.

Fonte: D.L.Ufficio stampa 

Argomenti del sito: 

Data ultima modifica: 
Giovedì, 9 Novembre, 2017