Assegno di maternita'

 Settore - Staff, Sociale, Servizi Cimiteriali, Farmacie - Dirigente Massimo Tognocchi

Dove rivolgersi

Ufficio competente U.O. Servizi amministrativi
Indirizzo Palazzo Comunale - via Porta Fabbrica n.1 - 2°p
Orario martedì e giovedì 8.45/12.45 15.30/17.30.

Responsabile del procedimento

Del Monte Gigliola
Telefono 0585 490290
E-mail

gigliola.delmonte@comune.massa.ms.it

L'assegno di maternità è un contributo economico a sostegno della maternità.

Possono richiederlo le cittadine italiane, comunitarie o extracomunitarie, residenti nel Comune di Massa, che hanno partorito, adottato o ricevuto in affidamento preadottivo, un bambino. In genere viene richiesto da madri che non beneficiano di alcuna forma di tutela economica della maternità, o ne beneficino in misura ridotta. Il minore deve essere iscritto nella scheda anagrafica della madre e convivere effettivamente con lei.

Se l'assegno è richiesto dalle cittadine extracomunitarie, anche il minore, se non è nato in Italia o non è cittadino di uno stato dell'Unione Europea, deve essere in possesso della carta di soggiorno, ovvero, deve essere iscritto sulla carta di soggiorno di uno dei genitori.

Le madri al momento della richiesta, devono avere le seguenti caratteristiche:

  •  essere residenti nel Comune di Massa;
  •  cittadine comunitarie: avere l’iscrizione anagrafica;
  •  cittadine extracomunitarie: essere in possesso del permesso Ce per soggiornati di lungo periodo (ex carta di soggiorno) o titolari di carta di soggiorno per familiari di cittadini UE. In fase di richiesta del permesso, la domanda rimane sospesa fino alla presentazione del titolo di soggiorno;
  • cittadine extracomunitarie in possesso dello status di rifugiate politiche: non necessitano del permesso CE per soggiornanti di lungo periodo poiché equiparate, in questo caso, alle cittadine italiane;
  • non beneficiare di alcun trattamento previdenziale di maternità o percepire un trattamento previdenziale (astensione obbligatoria di maternità erogata dall’INPS o da altro Ente Previdenziale) di importo inferiore a quello erogato dal Comune ( per l’anno in corso €. 1694,45);
  • per avere diritto all’assegno occorre che il nucleo familiare abbia una situazione economica familiare ISEE che non superi determinati valori, aggiornati annualmente. (Come da tabella sotto riportata). L’ISEE è l’indicatore di Situazione Economica, che viene calcolato tenendo conto del reddito e della situazione patrimoniale della famiglia anagrafica.

La legge prevede casi eccezionali in cui la richiesta può essere presentata da altre persone che non siano la madre e ad essa si rimanda (art. 11 del Decreto n. 452/2000 e s. m. i.)

Il termine fissato dalla legge per la presentazione della domanda di assegno di maternità è di mesi sei (6) dalla nascita del bambino.

I beneficiari dovranno essere in possesso di un conto corrente bancario, o conto corrente postale di cui sia intestataria o cointestataria la madre. Il codice IBAN deve essere indicato della domanda.

La domanda, corredata dalla Dichiarazione unica sostitutiva sottoscritta dalla madre richiedente, va presentata all’Ufficio protocollo del Comune di Massa.

L’importo complessivo dell’assegno per l’anno 2016 (ai sensi dell’art.74 della legge 26 marzo 2001 n. 151), se spettante nella misura intera, è di €. 1.694,45.  L'assegno di maternità concesso dal Comune non è cumulabile con quello concesso dall'INPS ai sensi dell'art. 49, comma 8, della legge 488/99.

Per i nuclei familiari si rimanda alla tabella seguente:

 NUMERO COMPONENTI

  VALORE ISEE

 3

 16.954,95

4

  17.372,04

 5

 17.438,17


Tempi e iter della pratica

Il pagamento viene effettuato in un’unica rata dall’INPS, entro 60 giorni dalla data di ricezione dei dati trasmessi dal Comune.

 
Normativa di riferimento

  • Legge 448 del 23/12/1998 e successive modifiche
  • Decreto Ministeriale 15 luglio 1999 n. 306
AllegatoDimensione
PDF icon domanda assegno di maternità.pdf83.19 KB

Argomenti del sito: 

Data ultima modifica: 
Venerdì, 26 Maggio, 2017