Comunicazioni

 IN QUESTA PAGINA VENGONO PUBBLICATE COMUNICAZIONI RELATIVE A GARE IN CORSO

OGGETTO: Gestione e conduzione dell’impianto sportivo comunale per la pratica sportiva del Tiro con l’Arco “ex colonia Comasca”
 CIG 72546717E4

Non è stata prevista nota di salvaguardia nella gara in oggetto in quanto
- il bando di gara prevede la attribuzione fino a un massimo di 10 punti per la salvaguardia occupazionale si comunica che  la salvaguardia interessa 3 dipendenti, come comunicati in data 27.11.2017 dal precedente gestore AFAPH onlus e che pertanto 10 punti saranno attribuiti in presenza della salvaguardia occupazionale completa.

nota del 28.11.2017


 

OGGETTO: GARA ASSISTENZA SOCIO-EDUCATIVA SCOLASTICA E TERRITORIALE A FAVORE DI ALUNNI E MINORI IN SITUAZIONE DI HANDICAP.
CIG 7248449955.

QUESITO n. 1 (data 10/11/2017):

  • Con la presente siamo a richiedere il nominativo dell'attuale gestore del servizio

RISPOSTA:
Il gestore attuale è la Cooperativa Sociale Co.M.P.A.S.S. Onlus, con sede legale in Massa, V.le Stazione 16. 

QUESITI 2 - 16 - (data 17/11/2017)

ELENCO OPERATORI


OGGETTO: PROCEDURA NEGOZIATA AI SENSI DELL'ART. 36 COMMA 2 LETT. B) DEL D.LGS  50/2016 PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRIENNALE DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER IL COMUNE DI MASSA – CIG7208823CEB

QUESITI (DATA 20/10/2017)

STATISTICHE

RCT

QUESITO (data 19/10/2017):

  • Siamo a chiedere conferma che, nell’offerta economica non devono essere indicati il costo della manodopera e gli oneri della sicurezza, alla luce della modifica introdotta dal correttivo all’art. 95 comma 10 del D. Lgs. 50/2016, come recentemente sancito nelle sentenze Consiglio di Staio, Sez. V, n. 1051/2016, T.R.G.A. Trentino Alto Adige, n. 143/2017, T.A.R. Lazio n. 7042/2017.

RISPOSTA:
Come da Modello E allegato alla lettera d’invito, l’indicazione dei soli oneri di scurezza aziendale (i c.d. “costi generali” per gli adempimenti previsti dal D.lgvo n. 81 del 2008, ossia la formazione, l’informazione, la sorveglianza sanitaria, etc.) è comunque richiesta.

QUESITO (data 19/10/2017):

  • Sul disciplinare è indicato che le dichiarazioni possono essere sottoscritte anche dai procuratori e in tal caso va allegata copia conforme all’originale della relativa procura. Siamo a chiedere Vostra conferma che la procura può essere prodotta in fotocopia, autocertificata, ai sensi del D.P.R. 28/12/2000 n. 445

RISPOSTA:
Si conferma. Resta inteso che in caso di aggiudicazione deve essere presentata copia conforme all’originale della procura.

QUESITO:

  • Nello specifico si vuole sapere se, l’incarico di brokeraggio debba intendersi conferito a favore di un Comune con popolazione non inferiore ai 65.000 abitanti e per un importo annuo non inferiore ad euro 500.000,00 oppure possa essere riferito anche ad un’Unione dei Comuni oppure una Provincia.

RISPOSTA:
In merito allo specifico requisito richiesto di capacità tecnica - professionale ed economica-finanziaria di cui al punto c.1) “aver intermediato, nei 3 anni antecedenti la pubblicazione dell’avviso (2014/2015/2016), premi assicurativi a favore di Enti locali territoriali (di cui almeno un Comune con popolazione non inferiore ai 65.000 abitanti) per un importo annuo non inferiore ad Euro 500.000,00”, al fine di favorire la massima partecipazione degli operatori economici, per Comune si può intendere un ente locale come definito dall’articolo 2, comma 1, del Testo Unico degli enti locali, purché abbia una popolazione residente non inferiore ai 65.000 abitanti.

 


 

SERVIZIO DI GESTIONE DEL CANILE SANITARIO E DEL SERVIZIO DI CATTURA ANIMALI (CANI E GATTI) VAGANTI E/O FERITI -
CIG 717997921C

Si comunica che l'apertura delle offerte prevista per le ore 12:00 del 7/09/2017 è rinviata alle ore 10:00 del 12/09/2017.

Il dirigente Dr. Fabio Mercadante


DISCIPLINARE DI GARA PER LAVORI DI COSTRUZIONE DEL PALAZZETTO DELLO SPORT
CUP C67B17000080004 - CIG 70745149A1

ATTI GARA (VERBALI E AGGIUDICAZIONE)

AMMISSIONE OPERATORI ECONOMICI
RETTIFICA AMMISSIONE OPERATORI ECONOMICI

AVVISO:si comunica che la Commissione di gara prosegue la seduta in forma pubblica, come stabilito dal disciplinare di gara al punto 13.2, dalle ore 9:00 di lunedì 17 luglio c/o la sala COC del 6^ piano del palazzo Comunale sito in Via Porta Fabbrica 1

Si comunica che, per sopraggiunti motivi organizzativi, la seduta pubblica per l'apertura delle offerte, indicata all'art. 10.4 del Disciplinare di Gara, inizialmente prevista per il giorno lunedì 10 luglio ore 10,00, é postiticipata al giorno mercoledì 12 luglio alle ore 9,00. Restano invariate le ulteriori indicazioni contenute nel citato art. 10.4,  riferite al luogo di apertura delle offerte ed ai requisiti richiesti ai soggetti partecipanti a tali operazioni

QUESITI E RISPOSTE

  • QUESITO n. 1

Con la presente si chiede se la registrazione EMAS, certificazione ISO 14001 e la certificazione SA 8000:2014 (C.A.M. EDILIZIA) in caso di A.T.I. devono essere possedute da tutte le imprese associate oppure se sia sufficiente il possesso da parte della sola capogruppo.

RISPOSTA QUESITO N. 1:
Le certificazioni ambientali in argomento e,  nel caso di specie i C.A.M. Edilizia,  sono strumenti atti a dimostrare il possesso di requisiti soggettivi dell'appaltatore, previsti e regolamentati da disposizioni speciali, che  devono essere posseduti da tutte le imprese associate.

I C.A.M. Edilizia, approvati con D.M. 11 gennaio 2017, hanno inserito il requisito della gestione ambientale e il requisito della responsabilità sociale nella esecuzione di un’ opera quali requisiti di qualificazione dei candidati ad un appalto pubblico verde, in quanto conforme allo stesso D.M.
Sulla questione ANAC ed ACCREDIA hanno costantemente e coerentemente ritenuto come la "certificazione di un sistema gestionale" costituisca un requisito soggettivo della singola impresa.
Cfr il Parere A.N.A.C. n.34 del 1/4/2015: 
<< ....omissis

CONSIDERATO inoltre che le certificazioni in questione hanno natura soggettiva, in quanto acquistabili sulla base di elementi strettamente collegati alla capacità soggettiva dell’operatore e non scindibili da essa (cfr. determinazione n. 2 del 1 agosto 2012) e che pertanto è corretta la richiesta delle stesse in capo a tutti i soggetti concorrenti, compresi tutti i componenti dei concorrenti a formazione plurima (cfr. parere n. 74 del 9 maggio 2013);
omissis .......>>.

Nella procedura di gara in argomento, alla luce dei principi che ispirano sia il Codice dei Contratti sia la c.d. green economy,  si ritiene opportuno seguire la linea tracciata da ANAC ed ACCREDIA; pertanto le certificazioni ambientali e sociali sono state richiamate all'ultimo cpv del punto 7.3 del disciplinare di gara come mezzo di prova, tra gli altri ammessi dagli stessi C.A.M. edilizia al cap.2.1, a dimostrazione del possesso di un requisito (benché speciale) di qualificazione soggettiva idoneo a comprovare la capacità tecnica del candidato ad eseguire l'appalto in modo da ridurne gli impatti ambientali e nel rispetto dei principi di responsabilità sociale (lex specialis).

Ne consegue che detti requisiti devono essere posseduti da tutti i candidati anche in caso di concorrenti partecipanti in forma plurisoggettiva.

Non si esclude, tuttavia, che per la certificazione EMAS possa essere applicata la posizione espressa dal Consiglio di Stato  con la decisione n. 2903 del 28 giugno 2016  , per cui anche se riferibile ad un requisito soggettivo,  è possibile il ricorso all' avvalimento.

  • QUESITO n. 2

E' possibile partecipare in ATI alla seguente procedura dove l'impresa capogruppo concorre per le categorie OG1, OG11, OS6 e OS7 (€ 1.777.235,07)  mentre l'impresa mandante per la categoria OS18-A (€ 749.764,93) anche se quest'ultima categoria è individuata sul bando come prevalente?
Diversamente, e quindi seguendo il bando l'impresa che esegue la categoria OS18A che a norma dovrebbe essere la Capogruppo, avrebbe un importo inferiore alla mandante, è ammesso?

RISPOSTA QUESITO N. 2:
La materia inerente il raggruppamento verticale puro è disciplinata dall'art. 48 comma 1 e 6 del Codice Contratti ma, giusto il disposto di cui all'art. 216 comma 14 del Codice, anche dai vigenti artt. da 60 a 69 del D.P.R. n. 207 del 2010.
Pertanto, nel caso di specie, ogni concorrente deve avere i requisiti per la parte della prestazione che intende eseguire e, in particolare, la mandataria deve eseguire i lavori della categoria prevalente e possedere i requisiti per il relativo importo ma non in misura maggioritaria.  

  • QUESITO n. 3

A pag. 8 del disciplinare di gara relativamente al punto 9 subappalto e cessione de contratto al paragrafo 9.2. scrivete: "il concorrente deve indicare all'atto dell'offerta ...., i lavori o la parte delle opere che intende subappaltare. E’ obbligatoria, per le attività di cui all'art. 1, comma 53, della legge n. 190 del 2012, l'indicazione della terna dei subappaltatori.....”
In ragione di quanto scritto la terna deve essere indicata solo per queste attività?

RISPOSTA QUESITO N. 3:
Si, la terna dei subappaltatori deve essere indicata con riferimento a ciascuna lavorazione che si intende subappaltare rientrante tra le attività indicate all'art. 1, comma 53, della legge n. 190 del 2012

  • QUESITO n. 4

E’ammesso avvalimento per il certificato UNI EN ISO 14001:2004 (in quanto certificazione diversa rispetto ad EMAS).

RISPOSTA QUESITO N. 4:
Si, se supportato da una espressa pronuncia giurisprudenziale così come per la certificazione EMAS.

  • QUESITO n. 5

A pag. 32 del CAM Edilizia nella parte relativa alla verifica si chiede di dimostrare l'efficacia dei modelli organizzativi e gestionali “anche attraverso la delibera, da parte dell'organo di controllo, di adozione dei modelli organizzativi e gestionali ai sensi del d.lgs. n. 231/01”. Si chiede cosa si debba intendere per organo di controllo (il collegio sindacale, il consiglio di amministrazione ecc.).

RISPOSTA QUESITO N. 5:
Si tratta di certificazioni o documenti atti a comprovare il rispetto di principi di responsabilità sociale negli appalti pubblici, pertanto il documento di cui si tratta è la delibera di adozione del modello organizzativo e gestionale ai sensi del D.lgvo 231 del 2001 che spetta all'"organo dirigente" (cfr. art. 6 comma 1, lett.a) dello stesso decreto 231) quale il Consiglio di amministrazione; l'Amministratore unico; etc ai sensi dei rispettivi statuti.

  • QUESITO n. 6

A pag. 13 del disciplinare di gara, paragrafo 11.1.7 "C.A.M. Edilizia" precisate quale documentazione occorre presentare a comprova del possesso dei requisiti minimi ambientali.
Fermo restando il possesso delle certificazioni previste, fate riferimento al paragrafo 2.5.2. materiali usati nel cantiere dove chiedete di presentare la documentazione di verifica come previsto per ogni criterio contenuto nel cap. 2.4. CAM. Il cap. 2.4. pone in capo al progettista, che in questa gara non si identifica certo con il concorrente tutta una serie di adempimenti derivanti dai CAM che l'appaltatore, in fase di approvvigionamento (quindi si presume in corso di esecuzione dei lavori) deve osservare.
In base a quanto sopra esposto si evidenzia una contraddizione consistente nel fatto che, se da una parte (come previsto dal cap. 2.4) tutti gli oneri sono a carico del progettista e si chiede all'appaltatore (cioè all'esecutore dei lavori) di uniformarsi alle scelte operate dal primo (questa interpretazione troverebbe conferma nel fatto che la relativa documentazione deve essere consegnata alla stazione appaltante in corso di esecuzione dei lavori), dall'altra il punto 2.5.2. pone a carico dell'offerente di presentare documenti che non sono di propria competenza in quanto in contrasto con il cap. 2.4.
Il punto 2.5.3. prestazioni ambientali, dalla lettura del disciplinare si pone a carico del concorrente che, ribadisco differisce dall'appaltatore e dal progettista una serie di adempimenti che se da un lato possono trovare, a parere della scrivente, validità in un fase di valutazione tecnica dell'offerta, dall'altro lato a pag. 60 del CAM si ribadisce nuovamente il ruolo che il progettista ha nella predisposizione della relazione tecnica e dei certificati richiesti.
Il punto 2.5.4. richiama un concetto di personale che deve essere adeguatamente formato in materia di gestione ambientale (sotto vari profili) che però da una lettura generale deve ricondursi non tanto all'esecuzione dei lavori quanto ad una vigilanza che normalmente è posta in essere dal Committente o dalla società incaricata da quest'ultimo.
Punto 2.7.2 clausola sociale: l'appaltatore fornisce in sede di esecuzione del contratto (non in fase di gara).
Punto 2.7.3 garanzie: l'appaltatore deve presentare un certificato di garanzia ed indicazioni relative alle procedure di manutenzione e posa in opera..

RISPOSTA QUESITO N. 6
Per quanto riguarda il rispetto dei C.A.M. si rimanda alla consultazione dei singoli elaborati progettuali (relazioni e tavole grafiche); in particolare si sottolinea che è presente un’apposita sezione nel Capitolato Speciale d’Appalto (CSA parte 3 / 4 ) nel quale sono state riassunte tutte le informazioni, schemi e tabelle progettuali specifici in materia.
Il paragrafo 2.5.2 dei CAM recita nella verifica “l’offerente deve presentare la documentazione di verifica come previsto per ogni criterio nel cap. 2.4”. Tale documentazione in parte è in capo al progettista (vedi elaborati progettuali - relazioni e tavole grafiche) e CSA parte 3/4-CAM, in parte in capo all’appaltatore in sede di esecuzione lavori. Nella fase di gara è sufficiente che l’offerente formuli una dichiarazione negoziale in cui si obbliga in caso di aggiudicazione al rispetto di quanto richiesto dai progettisti ed alla presentazione delle dichiarazioni/certificazioni richieste in fase di esecuzione.
Per la verifica del paragrafo 2.5.3 alla luce del progetto approvato si richiede il rispetto dei criteri tramite la presentazione dei seguenti elaborati: relazione tecnica nella quale siano evidenziate le azioni previste per la riduzione dell’impatto ambientale; piano per il controllo dell’erosione e della sedimentazione per le attività di cantiere; piano per la gestione dei rifiuti di cantiere e per il controllo della qualità dell’aria e dell’inquinamento acustico durante le attività di cantiere.
Per la verifica del paragrafo 2.5.4 si richiede la presentazione in fase di offerta di idonea documentazione attestante la formazione del personale, quali ad esempio curriculum, diplomi, attestati ecc.
Per quanto concerne i punti 2.7.2 e 2.7.3 viene ritenuta sufficiente la presentazione da parte dell’offerente di una dichiarazione negoziale in cui si obbliga in caso di aggiudicazione a fornire la documentazione e/o certificati ivi richiamati.

  • QUESITO n. 7

In riferimento ai REQUISITI DI QUALIFICAZIONE SOGGETTIVA (C.A.M. Edilizia) siamo a chiedere i seguenti chiarimenti: (pag. 11 del disciplinare di gara): Per partecipare alla gara basta essere certificati ISO 14001:2004 oppure occorre avere anche la registrazione EMAS in corso di validità ?

RISPOSTA QUESITO N. 7
come testualmente recita il paragrafo 2.1.1 dei C.A.M. Edilizia << L'offerente deve essere in possesso di una registazione EMAS (regolamento n. 1221/2009 sull'adesione volontaria delle organizzazioni ad un sistema comunitario di ecogestione e audit), in corso di validità, OPPURE una certificazione secondo la norma ISO 14001 o secondo norme di gestione ambientale basate sulle pertinenti norme europee o internazionali , certificate da organismi di valutazione della conformità. ...omissis...>>

  • QUESITO n. 8

Nella Busta A) Documentazione Amministrativa vanno inseriti esclusivamente la certificazione ISO 14001 e la Certificazione SA 8000:2014 mentre tutto quanto richiesto al punto 11.1.17 C.A.M. Edilizia va inserito nella busta “Offerta Tecnica qualitativa”?

RISPOSTA QUESITO N. 8

Tutto quanto richiesto al punto 11.1.7 del Disciplinare di gara deve essere inserito nella Busta A) Documentazione Amministrativa.
Per quanto concerne i C.A.M. nella busta “Offerta Tecnica qualitativa” come indicato al punto 11.2.1 del disciplinare di gara debbono essere inseriti i riferimenti circa ai sub-criteri A/3-a Materiali rinnovabili e A/3-b Distanza approvvigionamento prodotti da costruzione.

  • QUESITO n. 9

A pag. 12 del disciplinare di gara al punto (diritti umani e condizioni di lavoro) chiedete ai fini della dimostrazione del requisito soggettivo certificazione SA 8000:2014 o altra documentazione equivalente come richiesta da paragrafo 2.1.2 del CAM Edilizia.
Nel paragrafo 2.1.2 alla voce verifica si richiamano la certificazione SA 8000:2014 o equivalente o in alternativa di avere dato seguito a quanto indicato nelle Linee Guida. Si parla poi di efficacia attuazione di modelli organizzativi e gestionali ai sensi del d.lgs. n. 231/01.
Chiediamo i sapere se l'adozione del modello d.lgs. n. 231/01 (con i contenuti richiesti dai CAM Edilizia) basti alla dimostrazione del possesso del requisito soggettivo come previsto nel disciplinare di gara

RISPOSTA QUESITO N. 9

Si.
Come da paragrafo 2.1.2. del C.A.M. Edilizia il possesso del requisito in argomento si può dimostrare anche attraverso la delibera di adozione dei modelli organizzativi e gestionali di cui al d.lgs. 231/2001 con puntuale attività di "risk assessment" per: "valutazione dei rischi in merito alle condotte di cui all'art. 25 quinques dello stesso d.lgvo n. 231/2001 e art. 603-bis del codice penale e legge n. 199/2016; nomina di un organismo di vigilanza di cui all'art. 6 del d.lgvo n. 231/01; conservazione della sua relazione annuale contente paragrafi relativi ad audit e controlli in materia di prevenzione dei delitti contro la personalità individuale e intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro (o caporalato)"

  • QUESITO n. 10

A pag. 18 del disciplinare di gara fate richiesta al concorrente di predisporre relazione sulla base del seguente criterio: A/3-a: Materiali rinnovabili. Con tale criterio stabilite un punteggio premiante per l’utilizzo di materiali da costruzione derivanti da materie prime rinnovabili per almeno il 20% in peso sul totale dell’edifico, escluse le strutture portanti (rimandando al par. 2.6.4. dei CAM Edilizia). Tale paragrafo pone, nella sezione denominata verifica, che il progettista compia le scelte tecniche che consentano di soddisfare il criterio ponendo quindi a carico dell’offerente gli oneri dichiarativi e documentali previsti dai CAM, nel paragrafo stesso. Alla luce di quanto sopra siamo quindi a richiedere in quale documento tecnico di gara sia possibile evincere tali scelte operate dal progettista. Siamo inoltre a richiedere in merito a quanto sopra se tale criterio coincida con la formulazione rinvenibile nel CSA (parte CAM) dove si rimanda ad una serie di materiali definiti nello stesso CSA "elementi non strutturali riutilizzabili o riciclabili"

RISPOSTA QUESITO N. 10

Si.
Il documento progettuale ove sono rinvenibili le tabelle riassuntive con le quali sono state esplicitati gli elementi strutturali e non strutturali costituiti da materie prime rinnovabili, riutilizzabili o riciclabili sono presenti nel C.S.A. parte 3 / 4 (C.A.M.).

  • QUESITO n. 11

Dove è possibile trovare l’elaborato layout di cantiere?

RISPOSTA QUESITO N. 11

L’elaborato layout di cantiere è presente nella cartella “Opere complementari” elaborato denominato “PSC_OC”
E’ stato inserito anche nella cartella “Sicurezza” elaborato denominato “PSC Elaborato di cantiere”

29.06.2017


                                                                                                               
IL RUP
                                                                                                       Arch. Nicola Bellucci


 

CO-PROGETTAZIONE DI INTERVENTI DI ASSISTENZA EDUCATIVA A FAVORE DI MINORI - CIG 7077298311

Avviso di proroga dei termini


 

GARA SERVIZIO DI GESTIONE CANILE SANITARIO E DEL SERVIZIO DI CATTURA ANIMALI (cani e gatti) VAGANTI E/O FERITI. CIG 6999348CAE. Comunicazioni - 22.05.2017.

Si comunica che uno degli operatori economici partecipanti alla gara relativa al Servizio di gestione del canile sanitario e del servizio di cattura animali vaganti e/o feriti, bandita da questa Amministrazione Comunale con Determinazione Dirigenziale 987 del 7/4/2017, in data 18/5/2017 ha presentato in data 18/5/2017 al Comune di Massa e ad ANAC richiesta di un parere preliminare e precontenzioso sulla legittimità della clausola sociale prevista dall’art. 10 comma 7 del Capitolato Speciale d’Oneri e sulla corretta interpretazione e formulazione della stessa.
Questa Amministrazione Comunale, nelle more della formulazione di detto parere, ritiene opportuno sospendere le operazioni di gara, dandone immediata comunicazione a tutti gli operatori economici, invitati alla gara stessa.
Si comunica pertanto che, fino a quando non sarà acquisito detto parere preliminare e precontenzioso, la gara in questione viene sospesa e che non si darà corso all’apertura dei plichi contenenti le offerte che dovessero pervenire entro le ore 12.00 del 22/5/2017, come indicato nelle lettere di invito.
La presente viene trasmessa ad ANAC, restando a disposizione per eventuali chiarimenti.
Eventuali ulteriori informazioni/delucidazioni potranno essere richieste al Responsabile del Procedimento Dr. Geol. Simone Fialdini (0585/490383; simone.fialdini@comune.massa.ms.it).   
Il Dirigente
Dr. Fabio Mercadante


 

Gestione e conduzione dell'Impianto sportivo Comunale denominato "Campo Scuola"

AVVISO: Con Determinazione Dirigenziale n° 1276 del 5 maggio 2017 e stato pubblicato il Bando di gara per l'affidamento in gestione del Campo Scuola di Via Oliveti nei modelli allegati al Bando di gara il modello B)"Requisiti Generali" alla pagina 2 comma 1 presenta un riferimento ad un modello B1 che non fa parte della procedura di gara e quindi non va presentato.


AVVISO PUBBLICO: MANIFESTAZIONE DI INTERESSE FINALIZZATO ALLA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI OPERATORI ECONOMICI INTERESSATI A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL CANILE SANITARIO E DEL SERVIZIO DI CATTURA ANIMALI (CANI E GATTI) VAGANTI E/O FERITI.

QUESITO:
Considerato l’esistenza in vigore del regolamento (CE) n.1/2005 del consiglio sulla protezione degli animali durante il trasporto e le operazioni correlate che modifica le direttive 64/432/CEE e 93/119/CE e il regolamento (CE) n.1255/97 e che declina, nell’Allegato1, capo II e III le caratteristiche dei mezzi e delle pratiche per il trasporto di animali, tra cui anche cani e gatti. Visto quanto previsto nell’avviso di richiesta di manifestazione di interesse sotto il punto 7 MODALITA’ E REQUISITI MINIMI PER LA PRESENTAZIONE DELLA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ed in particolare in merito alla richiesta di dotazione, tra le strumentazioni minime di: n.1 automezzo con caratteristiche tecniche in conformità all’allegato 1 del decreto 9 ottobre 2012 n.217, si chiede se è corretto ritenere che un mezzo conforme ai requisiti di cui al regolamento (CE) n.1/2005 del Consiglio sulla protezione degli animali durante il trasporto e le operazioni correlate possa soddisfare la richiesta di dotazione strumentale minima esplicita da codesta stazione.        

RISPOSTA:
Si ritiene che un mezzo conforme ai requisiti di cui al Regolamento (CE) n.1/2005 del Consiglio sulla protezione degli animali durante il trasporto e le operazioni correlate soddisfi le richieste di dotazione strumentale minima. A tal fine si è provveduto a integrare la D.D. n. 4951/2016 con la D.D. n. 29/2017 pubblicata nella sezione Avvisi di Gara.


 

AVVISO PUBBLICO PER L’ALIENAZIONE DI IMMOBILI SITI NEL COMUNE DI MASSA MEDIANTE ASTA PUBBLICA AI SENSI DELL’ARTICOLO 73, LETTERA C) DEL REGIO DECRETO 23 MAGGIO 1924 N. 827

Si comunicano gli esiti dell’asta pubblica in argomento:
-    per i lotti dal n. 1 al n. 18 la gara è andata deserta, in quanto non sono state presentate offerte;
-    per il lotto n. 19 non si è proceduto ad alcuna assegnazione in quanto l’unico concorrente partecipante è stato escluso.


 

AVVISO PUBBLICO PER L’ALIENAZIONE DI IMMOBILI SITI NEL COMUNE DI MASSA MEDIANTE ASTA PUBBLICA AI SENSI DELL’ARTICOLO 73, LETTRA C) DEL REGIO DECRETO 23 MAGGIO 1924 N. 827

Si comunica che per sopravvenute esigenze organizzative, l’apertura delle offerte, prevista per il giorno giovedì 1 dicembre alle ore 15.00 presso l’ufficio Patrimonio, è spostata a venerdì 2 dicembre alle ore 11.00, stesso luogo.


 

  • AFFIDAMENTO SERVIZI ARCHIVISTICI DELL'ENTE :CIG: Z701A980E4
    nota del 15.09.2016: si comunica che il giorno 16 settembre alle ore 9.00 la Commissione Giudicatrice, in seduta pubblica, si riunirà presso l'ufficio del Dirigente del Settore 6 e Servizi Demografici, sito al 6° piano del Palazzo Comunale, per procedere all'apertura delle buste contenenti le offerte economiche.
    Dr.ssa Giovanna Menchetti

-----------------------------------------------------

  • PROCEDURA NEGOZIATA PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SOCIO-EDUCATIVA SCOLASTICA TERRITORIALE E DEL SERVIZIO DI TRASPORTO A FAVORE DI CITTADINI ED ALUNNI IN SITUAZIONE DI HANDICAP IN GRAVITA'.CIG 6739244813". 

NOTA DEL 6.09.2016: l'apertura dei plichi, prevista per oggi 6 settembre 2016, alle ore 15.00, è rinviata al giorno 8 settembre 2016, alle ore 9.30 presso l'U.O. Gare e Contratti ( 1° piano palazzo comunale).
Il RUP
Dr.ssa Emilia Steli

 

QUESITO n.1:
CHIEDIAMO di poter avere l’elenco non nominativo del personale impiegato presso i servizi appaltati con indicazione, per ciascuna figura professionale di:
•         qualifica,
•         CCNL applicato,
•         livello, scatti di anzianità,
•         eventuali superminimi, tipologia di contratto (dipendente, tempo determinato, indeterminato, libera professione, ecc.),
•         monte ore settimanale lavorato
RISPOSTA:
Si allega elenco non nominativo con relative indicazioni.

QUESITO n.2:
In merito alla risposta al quesito 1 (non avanzato dalla ns.società) da voi inviata, sono a chiedere ulteriori delucidazioni.
L’obbligo sociale/contrattuale di mantenere il posto di lavoro in caso di cambio affidatario (art.37 del CCNL delle Cooperative Sociali) è valido per gli addetti a quello specifico appalto se non sono variate le prestazioni richieste.
Ora sommando il monte ore contrattuale presentato in risposta al sopracitato quesito 1, si ottengono 1049,50 ore/settimanali, ovvero circa (moltiplicando per 4,33 settimane/mese) 4544,34 ore/mensili.
Tale mole di ore mensili è quasi doppia rispetto alle ore previste a base di gara (2500 ore/mese).
Si chiede pertanto di specificare,  sempre che non siano state modificate significativamente le prestazioni oggetto dell’appalto, quali fra gli operatori elencati siano effettivamente destinati all’appalto oggetto di gara e per i quali è fatto quindi obbligo di assunzione in caso di subentro. 
RISPOSTA:
Essendo il monte ore annuale presunto nel capitolato  di 30.000 ore, gli operatori dovranno essere presumibilmente in numero di  almeno 16.


 

  • GARA 7/S/PA - 2016 - SERVIZI CIMITERIALI DEL COMUNE DI MASSA

NOTA DEL 09/06/2016: Al fine di reiterare le operazioni della gara per l'affidamento dell'appalto dei servizi cimiteriali la commissione giudicatrice è stata riconvocata per il giorno martedì 14 giugno 2016, ore 16,00.

NOTA DEL 30/05/2016: A seguito della sentenza del TAR per la Toscana n. 710/2016 con la quale è stato annullato il provvedimento, determinazione dirigenziale n. 3798 in data 30 ottobre 2015, di aggiudicazione alla A.T.I. ARTCO Servizi Società Cooperativa e Gem Mattehews International S.r.l. dell’appalto dei servizi cimiteriali del Comune di Massa, per la reiterazione delle operazioni di gara, è stata riconvocata per il giorno lunedi' 30 maggio 2016, ore 11,00, la stessa commissione giudicatrice, già nominata con d.d. n. 3510 del 6 ottobre 2015.


 

  • GARA 1/S/PA-2016 –CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE – CIG 6572550FD3"

NOTA DEL 10/03/2016: La Commissione giudicatrice della gara di cui all’oggetto rende noto che domani Venerdì 11 Marzo alle ore 10,00 in seduta pubblica, presso i locali del Settore Servizi Finanziari e Informativi, Partecipazioni, siti al quarto piano del Comune di Massa in Via Porta Fabbrica n. 1, si procederà a comunicare i punteggi relativi alla “Offerta Tecnica” ed alla apertura delle buste “Offerta Economica” presentate dai concorrenti ed alla lettura di quanto offerto.
Vi possono partecipare i legali rappresentanti dei concorrenti interessati oppure persone munite di specifica delega loro conferita dal predetti legali rappresentanti.


 

  • AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE IN AMBITO TERRITORIALE ATEM MASSA CARARRA - CIG 65270178D0

AVVISO del 18.02.2016: Si comunica che il Comune di Massa con D.D. 472 del 18/02/2016 ha sospeso la gara CIG 65270178D0, già pubblicata sulla   GURI del 30/12/2015 n. 153,  V Serie Speciale – Contratti Pubblici, relativa all’affidamento del servizio di distribuzione del gas naturale nell’ATEM Massa Carrara – Durata del contratto anni 12 – Importo del contratto Euro € 176.734.729,92.
La sospensione interessa il termine del 01/03/2016 per la presentazione delle domande di partecipazione alla procedura negoziata, che viene pertanto sospeso.


 

  • GARA N. 1/S/PA - 216 SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE - CONCESSIONE

NOTA DEL 12/02/2016

 
Nella CONVENZIONE SERVIZIO TESORERIA:
All’art. 13, 1° comma, della Convenzione del servizio di tesoreria, si precisa che l’espressione: “senza applicazione della commissione di massimo scoperto” deve intendersi come segue: “senza applicazione di ogni altra commissione aggiuntiva rispetto all’interesse comunque denominata dalle norme vigenti”.

    Nel DISCIPLINARE DEL SERVIZIO DI TESORERIA:
a) Nel punto 6 dell’offerta tecnica del Disciplinare relativamente ai criteri di aggiudicazione, il sub criterio A)11:
“Commissioni su pagobancomat:
     -     offerta pari alla commissione massima (vigente 0,2%): punti 0…omissis…”.
Commissioni su carte di credito
offerta pari alla commissione massima (vigente 0,3%): punti 0…omissis…”
la commissione massima vigente riportata in parentesi si riferisce alla commissione interbancaria e non alla commissione applicata dall’aggiudicatario al Comune.
Pertanto il punteggio massimo verrà attribuito alla migliore offerta.

b) Relativamente all’offerta economica: nel punto B)4:
“Spese di tenuta conto e custodia titoli”, in considerazione del fatto che in convenzione la custodia titoli è gratuita,  il punteggio verrà attribuito solo per le “spese di tenuta conto”.
Ne consegue che anche l’ALLEGATO F al punto B)4 sarà modificato in “spese di tenuta conto”.

    Nell’ALLEGATO F:
al punto B)3 nella casella relativa all’offerta che statuisce:
[  ] nessuna commissione a carico del Comune di Massa”
[  ] addebito spese postali a carico del Comune di Massa”
[  ] commissioni e/o spese postali a carico del Comune di Massa”
per mero errore materiale è stata omessa la dicitura “dei beneficiari del Comune di Massa” e pertanto deve leggersi come:
[  ] nessuna commissione a carico dei beneficiari del Comune di Massa”
[  ] addebito spese postali a carico dei beneficiari del Comune di Massa”
[  ] commissioni e/o spese postali dei beneficiari del Comune di Massa”.


 

  • AVVISO PUBBLICO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI ANIMAZIONE E AGGREGAZIONE "LE DOMENICHE ALLA BIBLIOTECA CIVICA STEFANO GIAMPAOLI"

NOTA DEL 09/02/2016
"Si avvisa che, per cause di forza maggiore, le sedute pubbliche della Commissione sono rinviate secondo il calendario sotto indicato:
- giovedì 11 febbraio 2016 ore 10,00 - apertura dei plichi  ed esame della documentazione
- lunedì 15 febbraio 2016 ore 10,00 - esame dell'offerta economica e aggiudicazione provvisoria.

Le sedute avranno luogo presso l'Ufficio del Dirigente del Settore 8 - IV piano palazzo comunale - via Porta Fabbrica, 1


 

  •  AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE IN AMBITO TERRITORIALE ATEM MASSA CARARRA

NOTA DEL 08/02/2016
Quesito n. 1 del 05/02/2016 - Si chiede gentile conferma che ai sensi del punto 17 "garanzia contrattuale" del bando di gara, il deposito cauzionale non debba essere presentato con la domanda di partecipazione la cui scadenza è il 1/03/2016, bensì con la presentazione dell'offerta la cui scadenza sarà comunicata con la lettera di invito
.
Risposta
Si conferma quanto previsto al punto 17 del Bando di gara: "i concorrenti devono presentare in sede di offerta un deposito cauzionale".
Non è pertanto richiesto un deposito cauzionale con la domanda di partecipazione.
Quesito n. 2 del 05/02/2016 -Con riferimento alla dichiarazione di cui al punto 9 dell'Allegato D al bando di gara, si chiede gentile conferma che tale requisito venga soddisfatto, nelle misure richieste dal bando, dichiarando la consistenza del numero di PDR rappresentanti i Clienti finali aggiornato al 31/12/2014, comprovato dalla relazione annuale AEEG o in alternativa dalla relazione al bilancio dell'impresa concorrente.
Risposta
Si richiama in proposito l'art. 10, co. 6, lett. b), del DM 226/2011, come modificato dal DM 106/2015, richiamato al punto del Bando di gara, ove, ai fini della partecipazione, si richiede un'esperienza gestionale da dimostrare in base a "b.1 titolarità di concessioni di impianti di distribuzione del gas naturale per un numero complessivo di clienti pari ad almeno il 50% del numero dei clienti effettivi dell'ambito oggetto della gara, da possedere al momento della partecipazione alla gara o precedentemente, purché in data non anteriore a 18 mesi dalla scadenza della presentazione della domanda di partecipazione alla gara".
Quesito n. 3 del 05/02/2016 -  Si chiede di confermare che al punto 2 dell’allegato D “domanda di partecipazione alla gara” la frase “si trovano nelle condizioni di cui all’articolo 15, comma 5, del decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164” debba sostituirsi con la seguente frase “si trovano nelle condizioni di cui all’articolo 15, comma 10, del decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164, come risultante da D.L. n. 83/2012 convertito in L. n. 134/2012”.
Risposta
Si conferma che al punto 2 dell'All. D al Bando di gara, il riferimento all'art. 15 del D. Lgs. 164/2000 deve infersi riferito al combinato disposto dei commi 5 e 10, quest'ultimo come risultante da D.L. n. 83/2012 convertito in L. n. 134/2012
Quesito n. 4 del 05/02/2016 - In merito ai punti 7 e 11 dell’allegato D “domanda di partecipazione alla gara”, ed in particolare alla documentazione da allegare in formato elettronico (codice etico e procedure di sicurezza), si chiede di confermare che sia sufficiente produrre un cd sola lettura contenente la suddetta documentazione in formato pdf senza necessità della firma digitale.
Risposta
Si precisa che il riferimento al "documento elettronico" contenuto ai punti 7 e 11 della Domanda di partecipazione è volto all'acquisizione elettronica di documenti già esistenti
Quesito n. 5 del 05/02/2016 - In merito all’allegato C “informazioni sul personale” si chiede di confermare che il numero di persone con obbligo di assunzione sia pari a n. 50 così suddiviso: n. 29 persone provenienti dal gestore Italgas e n. 21 persone provenienti dal gestore 2i Rete Gas.
Risposta
In proposito si rinvia ai dati contenuti nell'All. C al Bando di gara


 

  • BANDO AFFIDAMENTO SERVIZI EDUCATIVI PER NIDI D'INFANZIA COMUNALI

Nota del 16.12.2015 - Quesiti

E' corretto definire il periodo di durata del servizio dal 07/01/2016 al 31/07/2016?

SI’.

 

È possibile utilizzare una formattazione del carattere del testo più piccola del Times Roman 12 all’interno di tabelle e riquadri?

NO.

 

In merito all’art. 23 (Cauzione): su quale importo deve essere calcolata la cauzione del 2% dell’importo complessivo dell’appalto? € 4.731,00 o 2.365,38?

La cauzione calcolata sull’importo complessivo presunto dell’appalto è pari a € 2.365,38.

 

E’ previsto che debba essere effettuato un sopraluogo dei servizi oggetto di gara?

Il sopraluogo non è richiesto.

 

Possono essere considerati validi, al fine del raggiungimento quota minima fatturato richiesto, i servizi educativi rivolti all’infanzia quali ludoteche, baby parking, centri estivi, educativa territoriale?

Al fine del raggiungimento del fatturato minimo “per servizi cui si riferisce il capitolato” come indicato nel Bando, la tipologia dei servizi di cui alla domanda non risulta congrua. Si dovrà pertanto fare riferimento solo alla tipologia di servizi indicati dal capitolato stesso.


  • BANDO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO SU SCUOLABUS COMUNALI

NOTA DEL 16.12.2015 - Quesiti

L’importo è presunto per un monte ore ipotetico di 2.870 o di 6.250 ore?

L’importo presunto è per un monte di 2.870 ore.

 

In merito all’art. 23 (Cauzione): su quale importo deve essere calcolata la cauzione del 2% dell’importo complessivo dell’appalto? € 819,67 o € 945,45?

La cauzione calcolata sull’importo complessivo presunto dell’appalto è pari a € 945,45.

 

 


  • GARA 7/S/PA – 2015. PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL COMUNE DI MASSA


Quesito n. 1
Domanda: le capacità economiche finanziarie (dichiarazioni di almeno n 2 banche), per un consorzio ordinario già costituito, è per tutte le consorziate oppure solo per il consorzio?
Risposta: Le dichiarazioni di almeno due istituti bancari sono inerenti il Consorzio in quanto soggetto concorrente. 

Quesito n. 2
Domanda: Art. 21 del capitolato speciale di appalto:
si richiede informazione circa il numero di persone impiegate da almeno 4 mesi, il CCNL applicato a tutto il personale, eventuali integrazioni e/o accordi con le OOSS che obbligano l’ azienda, il livello di inquadramento di ciascun dipendente, anzianità lavorativa e profilo orario attuale di ciascun dipendente.
Risposta: Il personale che l’attuale appaltatore sta impiegando nel servizio è costituito da:
- n. 4 (quattro) operatori di forno crematorio ai quali è applicato il CCNL industria metalmeccanica;
- n. 6 (sei) addetti ai servizi cimiteriali con CCNL industria metalmeccanica.

Quesito n. 3
Domanda: Art 7.3 – requisiti speciali di ordine tecnico-professionale
b) abilitazione a tutte le attività di cui all’ art.37 del 22 dicembre 2008;
il comma 2 lettera b) recita: impianti radiotelevisivi, antenne etc… non ritenendo che l’ impianto radiotelevisivo faccia parte dello scopo di fornitura, vi richiediamo se è sufficiente presentare una visura della CCIAA in cui si evince che l’ azienda è operativa e che le attività che svolge ricomprendono le attività messe in gara. È del tutto evidente che attività accessorie, se pur importanti quali la manutenzione ascensori, verrà sub-appaltata e pertanto non essendo attività prevalente, riteniamo che l’ iscrizione alla CCIAA per tale attività non sia dovuta. Si richiede conferma.
Risposta: Si precisa che l’abilitazione deve intendersi riferita per tutte le attività ricomprese nell’oggetto dell’appalto.
Si ritiene comunque possibile che l’abilitazione sia posseduta dall’eventuale ditta subappaltatrice, nel rispetto di quanto previsto dallo stesso capitolato per i servizi consentiti in subappalto.

 

AllegatoDimensione
PDF icon risposta quesiti 20 ottobre 134.01 KB
Office spreadsheet icon rct206 KB
Office spreadsheet icon statistiche95 KB

Argomenti del sito: 

Data ultima modifica: 
Martedì, 28 Novembre, 2017