Controllo impianti termici: le novità dal 2017

disegno di un manutentore e di una caldaia

A partire dal 1° gennaio 2017 si applica, nei comuni con popolazione superiore a 40.000 abitanti, tra cui Massa, quanto disposto di recente dalla Legge regionale toscana n. 85 del 13.12.2016 in merito ai controlli sugli impianti termici.
Con il 31 dicembre 2016 la competenza cessa di appartenere al  Comune, che la esercitava tramite Master srl,  e viene attribuita alla Regione Toscana che si avvale di un' Agenzia energetica provinciale, individuata in Sevas srl di Lucca.
Le disposizioni transitorie che la Regione Toscana si appresta ad approvare prevedono, tra l'altro, l'applicazione del costo del bollino per il controllo delle caldaie fino a 100 Kw pari a 20 euro, in luogo dell'importo di 10 euro precedentemente applicato dal Comune di Massa.

Fino alla data del 31 dicembre 2016 i controlli continueranno ad essere effettuati da Master srl con pagamento del bollino al vecchio costo.
Successivamente a tale data,  i manutentori di impianti termici in possesso dei bollini comunali, potranno restituirli al Comune di Massa presso Master srl, chiedendo il rimborso delle somme precedentemente anticipate, mentre, per i nuovi, dovranno rivolgersi a Sevas srl.

Per le modalità di verifica da parte della ditta Sevas consultare il seguente link:

MODALITA' DI VERIFICA

Per maggiori informazioni,  cittadini e  manutentori di impianti termici, possono rivolgersi a:

  • Confartigianato  - tel. 348/3707445 o 328/7431361
  • CNA - tel. 0585 852915
  • Master srl - tel. 0585/883687

In allegato le “Disposizioni di prima applicazione della L.R. n. 85/2016 per l'esercizio delle funzioni regionali in materia di uso razionale dell’energia


Ufficio Relazioni con il Pubblico

AllegatoDimensione
PDF icon Disposizioni transitorie52.13 KB

Argomenti del sito: 

Data ultima modifica: 
Martedì, 27 Dicembre, 2016