I documenti per votare

Per poter votare, l'elettore deve essere essere in possesso della tessera elettorale e identificato attraverso la carta d'identità o altro documento di riconoscimento rilasciato da un'Amministrazione pubblica purché munito di fotografia.

Gli elettori sprovvisti di questi documenti  possono rivolgersi, per il rilascio o il rinnovo, agli uffici del proprio comune di residenza. Per evitare il possibile sovraffollamento degli ultimi giorni, è consigliabile verificare per tempo il possesso dei documenti necessari per l'espressione del voto.

TESSERA ELETTORALE
La tessera elettorale è un documento personale a carattere permanente, sostituisce integralmente il certificato elettorale, è gratuito,  ed è valido per 18 consultazioni.

La tessera elettorale riporta l'indicazione delle generalità dell'elettore (nome, cognome, luogo e data di nascita, indirizzo), il numero di sede ed indirizzo della sezione elettorale di assegnazione dove è possibile esprimere il diritto di voto. Tutti i cittadini con diritto di voto, hanno ricevuto o riceveranno questo nuovo documento, che dovrà   essere conservato e utilizzato in occasione d’ogni consultazione elettorale o referendaria.
La tessera è valida  per tutti i tipi di votazioni: elezioni politiche nazionali (Camera e Senato) ed europee (Parlamento europeo), regionali, provinciali, comunali e referendum. La Tessera è una scelta che serve a ridurre i costi che lo Stato e le amministrazioni devono sostenere per le consultazioni elettorali. E' un documento da conservare: la tessera deve essere ben conservata per poter essere utilizzata in occasione delle successive votazioni.

COME SI USA
La tessera deve essere presentata al seggio elettorale insieme ad un documento di riconoscimento. Il presidente e gli scrutatori annotano gli estremi del numero della tessera, la timbrano e la restituiscono al titolare.

COSA FARE IN CASO DI:

  • richiesta di rilascio o duplicato della tessera (per smarrimento o esaurimento degli spazi): è possibile prenotare on line il rilascio/duplicato: a questo servizio si accede dai Servizi On Line del sito del Comune, premendo su“Istanze on line”. Tramite mail il cittadino verrà avvisato quando la tessera è pronta e potrà ritirarla all'URP del Comune, evitando così la coda all'Ufficio Elettorale.
  • cambio di  indirizzo: se si cambia indirizzo, il Comune invia per posta al cittadino, un tagliando adesivo che dovrà essere applicato sulla tessera stessa (come accade per la patente ed il libretto di circolazione)
  • cambio di residenza: se si cambia Comune, il Comune di nuova residenza rilascerà una nuova tessera elettorale previo ritiro di quella di cui si è in possesso o, in caso di smarrimento o di non ricevimento della vecchia tessera, rilasciando dichiarazione in tal senso.

DOCUMENTO DI IDENTITA'

Insieme alla tessera elettorale, l'elettore deve presentare un documento di identità emesso da una pubblica amministrazione, in corso di validità e provvisto di foto che assicuri la precisa identificazione del votante.
Sono documenti validi:
    a) carta  d’identità o altro documento d’identificazione munito di fotografia, rilasciato da una pubblica amministrazione, anche se scaduto, purché sia sotto ogni altro aspetto regolare ad assicuri l’identificazione dell’elettore;
    b) tessera di riconoscimento rilasciata dall’Unione nazionale ufficiali in congedo d’I talia, purché munita di fotografia e convalidata da un Comando militare;
    c) tessera di riconoscimento rilasciata da un ordine professionale, purché munita di fotografia.

La carta di identità elettronica (CIE) viene rilasciata dall'ufficio anagrafe del Comune di residenza; la consegna, a cura del Ministero dell'Interno, avverrà entro sei giorni lavorativi. Per votare, tuttavia, è sufficiente presentarsi al seggio con la ricevuta rilasciata al momento della richiesta di carta di identità elettronica.La ricevuta, infatti, contiene la fotografia e i dati anagrafici del richiedente la CIE, ed il numero della CIE cui si riferisce. Essa pertanto costituisce documento di riconoscimento ai sensi dell’art.1, comma 1, lettera c), del d.P.R. n.445/2000.

 

Argomenti del sito: 
Data ultima modifica: 
Mercoledì, 9 Settembre, 2020