Emergenza idrica: ordinanza

foto di un rubinetto

L' Autorità Idrica della Toscana , in conseguenza della scarsità delle precipitazioni e delle criticità riscontrate nell'approvvigionamento idrico durante il periodo estivo, ha  approntato un Piano Operativo di Emergenza  che prevede il costante monitoraggio della situazione.
E' stata  confermata una situazione di grave criticità prevedibile nella prossima stagione estiva e pertanto il Sindaco ha firmata un'apposita Ordinanza di divieto  di usare l'acqua potabile proveniente dagli acquedotti urbani e rurali, per scopi diversi da quelli igienicop-domestici, che interessa tutto il territorio comunale.

Ecco alcuni esempi: è vietato utilizzare acqua del pubblico acquedotto per  il riempimento di piscine o innaffiamento di parchi, giardini o orti, esclusi parchi e giardini pubblici per i quali però, il competente Ufficio comunale, è obbligato a limitare al minimo l’utilizzo di acqua potabile, riducendo le annaffiature all’indispensabile e  utilizzare, per tale scopo, l’approvvigionamento idrico proveniente da fonti alternative non provenienti dal civico acquedotto.

Nella stessa ordinanza il sindaco invita i cittadini all’utilizzo di ogni accorgimento finalizzato al risparmio dell’acqua potabile, anche per esigenze domestiche.

In allegato il testo dell'Ordinanza n. 73/2017


Ufficio Relazioni con il Pubblico

 

Argomenti del sito: 

Data ultima modifica: 
Venerdì, 23 Giugno, 2017