Enjoy forgetting: video arte al Ducale

La performance live dei Masbedo, duo artistico composto da Nicolò Massazza(Milano, 1973) e Jacopo Bedegoni (Sarzana, 1970),  inaugura sabato 18 marzo alle ore 18 al Ducale, la mostra di video arte Enjoy Forgetting curata da Adriana Rispoli.
Prodotta dall' Associazione culturale Area Video e organizzata da Mauro Daniele Lucchesi dell'Associazione Quattro Coronati , la mostra è  promossa dall'Amministrazione comunale che, dopo il successo del ciclo Oltre l'immagine, torna a puntare sul linguaggio dell'arte contemporanea per attrarre visitatori e curiosi negli splendidi saloni di Palazzo Ducale.
Liberamente ispirata ad una frase del musicista David Byrne, a sua volta citata in una delle opere in mostra, Enjoy Forgetting presenta alcune opere video di artisti internazionali tra più interessanti del panorama contemporaneo.
Ognuna con sue peculiarità e tecniche contenutistiche, le opere sono accomunate dalla ricerca degli artisti di dare un senso alla storia, agli avvenimenti contemporanei o anche solo dalla riflessione sulla coscienza dello scorrere del tempo. Dalla denuncia all’amara presa coscienza, dall'ironia alla poetica disillusione, i sette artisti che espongono generano, ognuno a proprio modo,  forti emozioni nello spettatore.
La mostra, presentata a palazzo civico in conferenza stampa dal Sindaco Alessandro Volpi , dal capo segreteria Mauro Fiori e dal curatore Daniele Lucchesi, è l'inizio di un nuovo ciclo appuntamenti con l'arte contemporanea che sfocerà nell'evento d'apertura dell'estate, la Notte bianca 2017 nel centro storico di Massa ispirata, appunto, alla video arte.
Il filo conduttore di questo nuovo filone di mostre ribadisce infatti la scelta dell'Amministrazione di dare un'identità alle esposizioni massesi ospitate a Palazzo Ducale, di offrire gli spazi espositivi presi in gestione dalla Provincia, ad artisti che parlano un linguaggio contemporaneo e rappresentano la realtà attarverso il filtro dell'arte.
La mostra è introdotta dal sintetico quanto efficace Homo Homini Lupus di Filippo Berta (Bergamo 1977), uno spietato ritratto metaforico dell'Italia di oggi, in cui la bandiera nazionale, feticcio/simbolo trasversale di identità e di potere, viene dilaniata in pochi attimi dalla ferocia brutale delle fiere in un'ancestrale allegoria dell'umanità: irrazionale e violenta.
Con Enjoiy Forgetting, il magnifico salone tardo rinascimentale di Palazzo Ducale, testimone dei fasti della dinastia Cybo Malaspina, si trasforma così in sala video accogliendo grandi proiezioni in cui lo spettatore è inviato ad immergersi e a lasciarsi trasportare.
Con questa mostra inizia anche un'interessante collaborazione con gli studenti e le scuole del territorio nell'ambito dei progetti di alternanza scuola-lavoro. In Enjoy forgetting saranno impegnati alcuni studenti delle classi IV del liceo  linguistico Samuele Ceccarelli, Luca Mariani, ilaria Del Freo, Andrea Cresci e Rebecca Cossa seguiti dalle professoresse Ivana Giordano, Beatrice Bondielli, Lara Osvaldini
Gli artisti che espongono sono: Masbedo /Nicolò Massazza e Iacopo Bedogni), Eulalia Valldosera, Raffaela Mariniello, Nasan Tur, Francesco Jodice, Igor Grubic, Filippo Berta.
La mostra resterà aperta fino al 17 aprile visitabile da giovedì a domenica in orario 16,30 - 19,30.
Fonte: - D.L. Ufficio stampa

Argomenti del sito: 

Data ultima modifica: 
Giovedì, 16 Marzo, 2017