"Il Salotto" è "Bottega storica di pregio"

interni caffetteria Il Salotto

“Il Salotto”, caffetteria e sala da tè di via Carioli, è la prima Bottega storica di Pregio del Comune .
Il titolo di Bottega Storica in base Regolamento per la valorizzazione dei luoghi del commercio nel Centro storico e nel Centro città, già riconosciuto “per Anzianità” a sedici attività cittadine che vantano almeno 40 anni d’esercizio all’interno della stessa categoria merceologica, è stato per la prima volta assegnato “per Pregio” proprio a Il Salotto di via Cairoli che ora entrerà a far parte dell’apposito elenco pubblicato sul sito istituzionale e nella mappa che riporta la localizzazione di tutte le Botteghe Storiche del Comune .
L'Albo delle Botteghe Storiche, a tutela delle tradizioni artigianali e produttive locali, è pensato per valorizzare il piccolo commercio, assegnando uno specifico riconoscimento a quelle attività che hanno rappresentato e continuano a rappresentare un elemento qualificante e distintivo della tradizione locale.
Il titolo di "Bottega storica", come detto, può essere assegnato per anzianità e/o pregio. Se il requisito dell' Anzianità è riconosciuto quando si possono vantare 40 anni di attività nella stessa categoria merceologica il requisito del "Pregio" deve essere dimostrato dal richiedente con ampia documentazione anche fotografica degli elementi peculiari e caratteristici dell'attività. Questi elementi riguardano tutto ciò che sta davanti al negozio come le facciate, le insegne, le vetrine o gli infissi; gli interni quali arredamento, ornamenti ed attrezzature e comprendono anche la particolare localizzazione, riconoscibilità e/o integrazione del negozio nel contesto urbano .
La Commissione giudicatrice composta dal dirigente comunale delle Attività Produttive, da un architetto del Comune e da un professionista esterno indicato dall’Ordine degli Architetti , il 29 ottobre scorso ha riconosciuto il titolo di Bottega storica di pregio a Il Salotto sulla base alla media dei punteggi ottenuti da ciascuna caratteristica qualificante il locale di via Cairoli .
L’assessore alle Attività produttive Paolo Balloni spiega che oltre ad usufruire degli stessi vantaggi e agevolazioni fiscali riconosciute dal Comune alle botteghe storiche che possono accedere ai contributi a fondo perduto per la riqualificazione dei negozi senza dovere adeguare vetrine, infissi ed insegne alle nuove disposizioni, le Botteghe storiche di Pregio hanno “a contrario” l’obbligo di mantenerle inalterate e possono ottenere il contributo comunale proprio per spese finalizzate alla loro manutenzione.
Con questo riconoscimento - dichiara Balloni - attuiamo completamente la politica dell’Amministrazione a sostegno delle botteghe storiche. Il nostro intento è supportare le attività per il servizio che da anni offrono alla comunità e quei negozi o locali che con le loro caratteristiche architettoniche contribuiscono a qualificare il contesto urbano in cui sono inseriti, costituiscono un antidoto al degrado, migliorano la vivibilità e rendono più bella la città”

Fonte: D.L. Uffcio stampa

Argomenti del sito: 
Data ultima modifica: 
Giovedì, 4 Novembre, 2021