Massa in cartolina

un particolare della cartolina storica di Piazza Aranci a Massa

Piazza Aranci, Ponte Vecchio sul Frigido, piazza Martana, piazza Mazzini con il palazzo Bourdillon allora sede comunale, Porta Martana ma anche suggestivi panorami di alcune frazioni a monte, scatti di piazza Garibaldi e del castello Malaspina, di villa Massoni, del teatro Guglielmi, della Stazione e non mancano scene tipiche della vita lavorativa con la lizzatura e il trasporto del blocco su carro trainato da buoi.
E’ la Massa raccontata attraverso le cartoline storiche, oltre cinquecento, tutte rigorosamente in bianco e nero del periodo che va tra la fine dell’800 e la prima metà del ‘900 diventata una mostra in esposizione a palazzo Ducale dal 26 maggio al 4 giugno .
Dalle collezioni private dei massesi PierGiovanni Alberti, Attilio Michelucci e Renzo Nicolini, su proposta del comitato provinciale ACSI e organizzata insieme al gruppo fb Residenti Massa- Carrara con il patrocinio del comune, la mostra è ospitata nel Salone degli Svizzeri e nella Sala degli Specchi .
L’inaugurazione è fissata per venerdì 26 maggio alle 17,30 con apertura quotidiana fino al 4 giugno dalle 16 alle 19,30 e nei festivi anche al mattino dalle 10 alle 12,30.
Presentata in conferenza stampa a palazzo civico dal capo segreteria Mauro Fiori affiancato dagli organizzatori Fabrizio Panesi e Nino Magnani alla presenza del collezionista Renzo Nicolini e dello storico Franco Frediani la mostra di cartoline è allestita su pannelli che raggruppano le immagini di Massa - probabilmente opera dei fotografi attivi in quei tempi sul territorio cioè Pietro Guerra, Guglielmo Della Nave e Bernieri - in base a luogo e al periodo ritratto . Su altri pannelli, grazie alla collaborazione di Frediani, viene indicato il nome e presentata una sintetica descrizione storica dei luoghi raffigurati. 
La mostra è ad ingresso libero ed è possibile prenotare anche visite guidate per gruppi e scolaresche telefonando ad Acsi al 388.3099750 e allo 0585.351620 oppure chiamando Nino Mignani al 327.0160854.

Fonte: - D.L. Ufficio Stampa

Argomenti del sito: 

Data ultima modifica: 
Giovedì, 25 Maggio, 2017