Morosità incolpevole: bando 2017

mani che sorreggono una casa in miniatura

Possono essere presentate fino al 30 novembre le domande per accedere al fondo di prevenzione degli sfratti per morosità incolpevole. Si tratta di un contributo riconosciuto al proprietario dell’immobile occupato da un inquilino che versi in condizione di “morosità incolpevole”, ossia nella condizione di non poter pagare l’affitto in seguito ad una sopravvenuta perdita o riduzione del reddito familiare per svariate cause.
Per accedere al contributo è necessario possedere un reddito ISE riferito ad una dichiarazione ISE/ISEE, in corso di validità alla data di presentazione della domanda, con il parametro reddito ISE non superiore a 35.000 euro o un valore ISEE non superiore a 26.000 euro.
Tali contributi sono concessi, fino ad esaurimento delle risorse disponibili in presenza di un procedimento d'intimazione di sfratto per morosità per il quale non sia ancora intervenuto il provvedimento di convalida ovvero quello per cui è intervenuta la convalida ma non c'è stata ancora esecuzione.
Sono esclusi coloro che hanno già beneficiato di un contributo per la prevenzione degli sfratti per morosità.
Le domande di partecipazione devono essere presentate su modello predisposto, con tutti gli allegati previsti dal bando, al Protocollo generale dell'ente:

  • direttamente da lunedì a venerdì in orario 08:54/12:45 ed il martedì e giovedì anche in orario 15:30/17:30
  • o spedite a mezzo raccomandata A/R
  • oppure inviate tramite PEC all'indirizzo comune.massa@postacert.toscana.it.

In allegato l'avviso pubblico, il modello per la domanda e la dichiarazione del proprietario dell'immobile.


Ufficio Relazioni con il Pubblico

 

Argomenti del sito: 

Data ultima modifica: 
Venerdì, 16 Giugno, 2017