Omaggio a Mondriaan

locandina mostra Omaggio a Mondriaan

Si intitola Omaggio a Mondriaan, l'artista fondatore del neoplasticismo che più di tutti ha influenzato il modo di rappresentare la pittura e le arti applicate dal ‘900 ad oggi, l’ultima mostra del ciclo “Viaggio Contromano” dedicata all’arte contemporanea ed esposta nei saloni di Palazzo Ducale da sabato 9 giugno (inaugurazione ore 18,30) fino al 15 luglio prossimo.
Promossa dall’Amministrazione comunale in collaborazione con l'associazione Quattro Coronati, la mostra chiude una sequenza di esposizioni centrate sui linguaggi delle arti contemporanee che, con i due precedenti cicli “Oltre l'Immagine” e “Art Now - appositamente allestiti per i saloni di palazzo Ducale - ha portato a Massa un saggio delle espressioni artistiche della contemporaneità e alcuni dei suoi migliori interpreti.
Quest’ultima mostra, omaggio all'arte e al pensiero artistico di Pieter Cornelis Mondriaan (nome originale dell'artista che lo cambiò in Piet Mondrian dopo il suo trasferimento a Parigi) nasce in collaborazione con la galleria olandese Conny Van Kasteel di Egmond.
Artisti visivi di fama internazionale, 38 in totale con l’inclusione qui a Massa dei dipinti di Lorenzo D’Andrea, hanno partecipato al progetto realizzando un'opera particolare, specificatamente un oggetto: un tavolo, uno sgabello, una sedia, lasciandosi ispirare dal linguaggio formale di Mondriaan.
Questo gruppo di artisti, molti dei quali legati fra loro da un sentimento di amicizia e “riuniti” da un altro comune amico artista, lo scultore Iginio Balderi, hanno lavorato sviluppando forme astratte, plasmando opere particolarissime senza snaturare il loro modo sentire, il loro essere artista e hanno reso possibile questo “omaggio” al grande pittore olandese che , non a caso, continua ad ispirare i mondi dell'arte, della moda, della pubblicità e del design. Apparentemente semplici, le opere del grande maestro sono imitate, copiatissime e a volte anche  banalizzate ma in realtà nascondono una complessità quasi maniacale nascosta dalle linee perpendicolari e dalle campiture di colore geometriche nei colori primari. Lo stile riduttivo di Mondriaan è infatti il risultato di una continua ricerca di equilibrio e perfezione formale che si è evoluta stilisticamente nel corso di tutta la sua vita.
La mostra al Ducale , unica nel suo genere e mai esposta in Italia, vede la partecipazione di artisti provenienti da Olanda, Francia, Germania, Svizzera, Austria, Spagna, Belgio.
L'Italia è rappresentata da grandi maestri quali Lucio del Pezzo, Mauro Staccioli, Umberto Mariani, Lorenzo D'Andrea, Iginio Balderi, Getulio Alviani, Enrico Castellani, Kengiro Azuma (originario del Giappone ma italiano d’adozione). Prima di arrivare a Palazzo Ducale la mostra è stata esposta alla Mondriaanhuis di Amersfoort, al Kunstcentrum Zaanstad di Zaandam e a Bruges.
Dal 9 giugno fino al 15 luglio Omaggio a Mondriaan è visitabile nei saloni di palazzo Ducale, ad ingresso gratuito,  dal martedì al sabato dalle ore 17 alle ore 20.

Fonte: - D.L. Ufficio stampa

 

 

Argomenti del sito: 

Data ultima modifica: 
Venerdì, 8 Giugno, 2018