TARES


 Il nuovo tributo TARES è stato istituito in tutti i Comuni del territorio nazionale a decorrere dal 1° gennaio 2013 dall’art. 14 del Decreto Legge 6 dicembre 2011, n. 201, ed ha sostituito la Tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani interni - TARSU.    
     
CHE COS’E’ LA TARES
Il nuovo tributo è destinato a coprire tutti i costi di gestione dei rifiuti urbani e dei servizi indivisibili. Si articola in due componenti:

  • RIFIUTI, destinata a finanziare i costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento (raccolta, trasporto, recupero, riciclo, riutilizzo, trattamento e smaltimento dei rifiuti, compresa la pulizia delle strade);
  • SERVIZI, destinata a finanziare i costi dei servizi indivisibili del Comune, determinata sotto forma di maggiorazione della tariffa della componente rifiuti del tributo.

Per l’anno 2013 la componente “MAGGIORAZIONE” relativa ai servizi è riservata allo Stato.

CHI DEVE PAGARE LA TARES
Il tributo è dovuto da chiunque possiede, occupa o detiene, a qualsiasi titolo, locali o aree scoperte a qualunque uso adibite, suscettibili di produrre rifiuti urbani e assimilati, con vincolo di solidarietà tra i componenti del nucleo familiare o tra coloro che usano in comune i locali o le aree stesse.
Ai fini dell’applicazione del tributo si considerano le superfici dichiarate o accertate ai fini TARSU.
Non sono soggetti al tributo i locali e le aree che non possono produrre rifiuti, urbani o assimilati, per loro natura o per il particolare uso cui sono stabilmente destinati, o perché risultino in obiettive condizioni di non utilizzabilità.
La mancata utilizzazione del servizio di gestione dei rifiuti urbani e assimilati o l’interruzione volontaria ancorché temporanea dello stesso non comportano esonero o riduzione del Tributo.

COME E QUANDO SI PAGA
Per il 2013 il tributo deve essere versato in tre rate con queste scadenze:

  • 05 settembre - 1° rata di acconto
  • 05 ottobre - 2° rata di acconto
  • 16 dicembre - 3° rata di saldo

Gli acconti (prime due rate) si pagano:

  • in posta con il bollettino che è stato recapitato a casa;
  • in Tesoreria Comunale indicando gli estremi del bollettino postale recapitato;
  • con bonifico bancario: IBAN IT67V0760113600000001409559 causale: nome e cognome -- TARES 1° rata (oppure 1° e 2° rata se ne pagate 2 insieme) - codice fiscale del contribuente - codice soggetto (indicato nell’avviso di pagamento)

Il saldo, comprensivo della maggiorazione riservata per il 2013 allo Stato, deve essere corrisposto solo con il modello F24 precompilato che verrà recapitato entro il 16 dicembre 2013.

TARIFFE 2013
Le tariffe applicate per determinare il tributo sono distinte nelle fasce di UTENZA DOMESTICA e UTENZA NON DOMESTICA, ed entrambe a sua volta tra quota fissa e quota variabile.
Tariffe utenze domestiche

Tariffe utenze non domestiche

Calcola on line la tua TARES 2013
Accedi liberamente e simula il calcolo  Tares  per l'anno 2013

DA QUANDO DEVE ESSERE PAGATA LA TARES
La TARES va pagata dal giorno in cui ha inizio il possesso,  l’occupazione o la detenzione dei locali o delle aree, fino al giorno in cui termina.
Questo significa, ad esempio, che se possiedi un immobile da meno di un anno, paghi la TARES solo per i giorni di possesso. Per gli anni antecedenti il 2013 continuerà ad applicarsi la precedente disciplina TARSU (D. Lgs. 507/1993)

CHI E COME PRESENTARE  LA DICHIARAZIONE
I soggetti che occupano/detengono o possiedono locali od aree soggette al Tributo devono dichiarare:

  • l’inizio, la variazione o la cessazione dell’ occupazione/detenzione o possesso;
  • la sussistenza delle condizioni per ottenere agevolazioni o riduzioni;
  • il modificarsi o il venir meno delle condizioni per beneficiare di agevolazioni o riduzioni.

La dichiarazione deve essere presentata entro il 20 gennaio dell’anno successivo al verificarsi del fatto che ne determina l’obbligo, utilizzando gli appositi moduli scaricabili direttamente da questa pagina e può essere consegnata o direttamente o a mezzo posta con raccomandata a/r o a mezzo fax, posta elettronica: tares@mastermassa.it o PEC comune.massa_@_postacert.toscana.it  allegando documento di identità.
La dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi, a condizione che non si verifichino modificazioni dei dati dichiarati da cui consegua un diverso ammontare del tributo.

RIDUZIONI
Per poter usufruire delle riduzione, agevolazioni ed esenzioni i soggetti interessati devono presentare apposita richiesta entro i termini previsti dal Regolamento Comunale. Le domande sono soggette alla verifica delle condizioni dichiarate da parte degli Uffici Tares.

Alcuni esempi di riduzione previsti dal Regolamento Comunale:
 Per le utenze domestiche:
a) per le abitazioni ad uso stagionale o ad uso limitato e discontinuo (non superiore a 183 giorni nell’anno solare): riduzione del 5 % della quota variabile;
b) per le abitazioni occupate da soggetti che risiedano o abbiano la dimora, per più di sei mesi all'anno, all'estero: riduzione del 30% della quota variabile;
c) per i fabbricati rurali ad uso abitativo: riduzione del 30 % della quota variabile;
d) per il compostaggio dei propri scarti organici: riduzione del 10% della quota variabile;
e) “Più pesi meno paghi”. Per chi effettua la raccolta differenziata (frigoriferi, lavatrici, televisori, radio, computer e stampanti, materassi e mobilio), è riconosciuto uno sconto sulla quota variabile del tributo pari ad euro 0,10 per Kg (fino ad un max di euro 25/utente).

Inoltre, si applicano le seguenti RIDUZIONI PER FASCE DI REDDITO:
- 10% della tariffa (fissa e variabile) per i nuclei familiari composti da 5 componenti, con reddito certificato ISEE non superiore ad euro 25.000;
- 20% della tariffa (fissa e variabile) per i nuclei familiari composti da 6 o più componenti, con reddito certificato ISEE non superiore ad euro 25.000;

Per le utenze non domestiche non stabilmente attive riduzione del 18% ai locali ed aree scoperte adibiti ad uso stagionale o ad uso non continuativo, ma ricorrente, purché non superiore a 6 mesi nell’anno solare, della quota fissa e della quota variabile.

ESENZIONI
Sono ESENTATI dal pagamento del tributo:
a) le persone assistite economicamente dal Comune (con atto specifico);
b) i nuclei familiari il cui reddito complessivo non sia superiore, al netto dell'assegno di  accompagnamento, all'importo corrispondente alla pensione minima INPS integrata dalla eventuale maggiorazione sociale.
Per il solo anno 2013 le richieste di esenzione e riduzione per condizioni economiche disagiate e/o nuclei numerosi possono essere presentate al Comune entro il 31 dicembre 2013

Normativa di Riferimento

  • Decreto Legge 6 dicembre 2011, n. 201 (convertito con modificazioni dalla Legge 22 dicembre 2011, n 214) e s.m.i.
  • Decreto del Presidente della Repubblica 27 aprile 1999, n. 158 ed ha natura tributaria.
  • Regolamento Comunale per l’istituzione e l’applicazione del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi -Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 51 del 14/10/2013; Inserire documento PDF
  • Piano Finanziario del Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi e relativa articolazione Tariffaria per l’anno 2013 - approvato dal Consiglio comunale con deliberazione n.52 del 14/10/2013   


in allegato la modulistica

AllegatoDimensione
Tares utenze domestiche: iscrizione, variazione, cessazione69.08 KB
Tares utenze non domestiche: iscrizione, variazione, cessazione64.73 KB
Tares: richiesta rateizzazione36.54 KB
Data ultima modifica: 
Giov, 04/07/2013

 

Amministrazione trasparente
pulsante portale MyMassa
pulsante Gare
pulsante Ufficio Relazioni con il Pubblico
Massa 3D
giovanisì
pulsante Memoria e Resistenza
pulsante Piani e progetti
pulsante Cultura
pulsante Portale dello sport (link esterno)
pulsante Spazio Giovani
PIS - Piano integrato di salute
Bollettino della montagna

Redazione web

 Scrivi alla redazione web i tuoi suggerimenti per migliorare il sito.