Notizie passate

La ricerca può avvenire tramite parole "chiave" e/o argomento del sito. Si possono usare anche più filtri contemporaneamente, in questo caso, la ricerca sarà il risultato dell'unione di tutti i i filtri. La ricerca per parole chiave viene fatta sul titolo e sul testo contenuto nella pagina. Per "parole chiave" si intendono parole attinenti all'argomento cercato.
Inserire una o più parole chiave

Una piccola rivoluzione nel settore commercio. Sarà più semplice aprire pub, bar, ristoranti e pizzerie

Basterà un’autocertificazione, redatta utilizzando l’apposita modulistica reperibile anche sul sito internet del Comune e se si raggiunge un punteggio tale da garantire qualità e sicurezza alla futura clientela, il nuovo locale potrà essere inaugurato con un semplice nulla osta. Sarà più facile aprire pub, bar, ristoranti o pizzerie in città dopo l’atto approvato dalla Giunta Municipale che adegua i regolamenti comunali alla direttiva Bersani e liberalizza il settore della somministrazione di alimenti e bevande. L’assessore alle attività produttive Fabrizio Brizzi ha presentato in conferenza stampa le novità che riguardano questo importante settore del commercio e, affiancato dalla dirigente Luisa Lippi, ha spiegato quali criteri dovranno possedere e che modalità dovranno seguire coloro che sono intenzionati ad investire per aprire un nuovo esercizio.
Quella annunciata da Brizzi è una piccola rivoluzione per il settore. Le 10 fasce commerciali in cui era suddiviso fino ad oggi il territorio comunale spariranno per essere sostituite da tre zone principali: il centro storico, la costa e la montagna.
Nelle zone di costa e nel centro le nuove attività, oltre ai requisiti indispensabili per legge, dovranno possedere criteri oggettivi di qualità e raggiungere almeno 15 punti, su un massimo di trenta, per poter aprire. Fra le caratteristiche richieste la possibilità di parcheggio su area privata, servizi igienici a disposizione dei clienti in misura superiore a quelli previsti dalla legge, locali adeguati all’accesso delle persone disabili, strumentazione e impianti a risparmio energetico o biocompatibili, locali insonorizzati. Per incentivare gli investimenti nella zona montana o comunque nelle periferie non sarà necessario ottenere un punteggio minimo e si potranno aprire esercizi una volta in possesso dei requisiti previsti per legge.
Come ha precisato l’assessore " le nuove regole valgono solo per le nuove aperture e per agevolare i futuri investitori l’amministrazione metterà a disposizione modulistica e ogni altra informazione sul sito trasparenza del comune".
Per ulteriori informazioni o chiarimenti è intanto possibile rivolgersi direttamente agli uffici del settore attività produttive, all’Urp o collegarsi al sito www.comune.massa.ms.it.

Argomenti del sito: 


Posti auto, galleria commerciale e un ascensore per il castello. La Giunta avvia importanti interventi per il centro città

Ristrutturare e riqualificare l’area dell'ex mercato prevedendo un numero di parcheggi per circa 240  auto e la realizzazione di una  galleria commerciale. Il futuro della struttura che fu sede del mercato ortofrutticolo è stato definito dalla Giunta Municipale con un atto che è il via libera alla ristrutturazione dell’area che può essere ri-progettata grazie all'adozione di una variante al piano regolatore.  Nel piano delle opere pubbliche presentato dall’amministrazione il costo previsto per la progettazione e riqualificazione del centro storico è di circa 15 milioni di euro. Visto che si tratta di una somma difficilmente reperibile in quanto la disponibilità di accesso ai mutui è di  9 milioni di euro, l’amministrazione ipotizza di ricorrere allo strumento del projet financing per la realizzazione delle opere più importanti. Questo strumento rende infatti possibile realizzare opere di interesse pubblico senza oneri finanziari per l’ente che affida al privato la progettazione e la realizzazione di un’opera in cambio della sua gestione per un periodo convenzionato. Come spiegato in conferenza stampa dal vicesindaco Stefano Alberti, il progetto di risanamento e riutilizzazione dell’ex mercato ortofrutticolo è inserito nelle linee programmatiche dell’amministrazione comunale e l’avvio del procedimento per la variante al piano regolatore ha reso ora possibile pensare di ricorrere al projet per la realizzazione della struttura. "Offrendo la possibilità di rialzare la struttura per realizzare fino a due piani in più - ha detto l’assessore - la proposta diventa appetibile anche  per il privato e l’amministrazione coglie l’obiettivo più volte dichiarato di garantire alla città un adeguato numero di parcheggi cintura che diano risposte concrete al bisogno di posti auto dei cittadini che frequentano il centro storico". Con un procedimento analogo di variante al piano regolatore la Giunta ha avviato altri due importanti interventi come quello riguardante l’ascensore per il  castello Malaspina e il raddoppio del Parcheggio di via Prado. "La linea dell’amministrazione - ha aggiunto Alberti  - è quella di risanare, ampliare e riqualificare tutta la zona del centro offrendo opportunità di crescita per  la città anche da un punto di vista commerciale e turistico. In questa ottica si inserisce il progetto dell’ascensore per il castello che è stato pensato per renderne fruibile l’accesso ad un numero crescente di residenti e turisti>>.  

Argomenti del sito: 


Teatro Anch'Io, la rassegna che porta sul palco attori diversamente abili, torna al Guglielmi da sabato 2 giugno

Teatro Anch’io” è la rassegna teatrale che porta sul palcoscenico compagnie di attori diversamente abili in lotta contro il disagio psichico e la malattia ma che riescono a confezionare spettacoli del tutto simili per professionalità e impatto a quelli inseriti nelle più classiche e “normali” stagioni di prosa. La terza edizione della biennale che si terrà al Guglielmi da sabato 2 fino a venerdì 8 giugno è stata presentata in comune alla presenza del Sindaco Fabrizio Neri, dell’assessore Maurizio Morelli, dell’onorevole Fabio Evangelisti,  del professor Remigio Raimondi, di Azzurra Baldi e Annamaria Glavina della compagnia Sognando.
La Biennale che permette alle persone solitamente tenute ai margini della società di impegnarsi ed esprimersi attraverso l’arte teatrale, ha ottenuto prestigiosi patrocini a partire da quello della Presidenza della Repubblica fino a quello della Presidenza del Parlamento europeo. Da sabato 2 giugno al Guglielmi, per una settimana intera, saliranno sul palco varie compagnie provenienti da tutta Italia con spettacoli toccanti e divertenti come Sinbad, capitano impegnato in un viaggio fantastico tra apparenza e realtà o le Baccanti di Euripide incentrata sugli aspetti dell’incontro tra umano e divino o, ancora, la commedia Caviale e Lenticchie della compagnia di casa “Sognando”.
In conferenza stampa il dottor Raimondi, direttore del dipartimento di salute mentale di Massa, ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa ricordando il filo sottile che separa la pazzia dalla normalità e l’assessore Morelli, visibilmente emozionato, ha portato l’esempio di un amico d’infanzia morto in seguito alla malattia che ha dovuto subire anche l’umiliazione di una triste emarginazione sociale.  A concludere la rassegna, il 7 giugno all’Astor, sarà il film-documentario “Dall’altra parte del cancello” realizzato dal vincitore di Sanremo Simone Cristicchi che sarà presente all’iniziativa. Un convegno sul tema al palacongressi di  MareMontiMarmo chiuderà il 9 giugno la manifestazione.

Argomenti del sito: 


Bilancio positivo per la stagione di prosa. Il successo premia il Guglielmi e l'investimento dell'Amministrazione

E’ stato un crescendo di successi per la stagione teatrale di prosa del Guglielmi che ha chiuso con un bilancio tutto in positivo e un consistente incremento di pubblico rispetto all’anno precedente.
L’Amministrazione comunale rappresentata dall’assessore Sabino Antonioli e Fondazione Toscana Spettacolo per voce della presidente Simonetta Pecini, hanno presentato in conferenza stampa il bilancio della stagione tirando le somme e valutando l’attività svolta in funzione, soprattutto, del valore sociale e culturale che il teatro assolve.
L’assessore Antonioli ha voluto ringraziare pubblicamente la città e tutti gli appassionati che hanno seguito gli appuntamenti in cartellone con attenzione ed ha rivolto un particolare apprezzamento ai giovani che si sono fatti affascinare dal teatro e che hanno seguito anche gli appuntamenti collaterali trasformando il Guglielmi in un luogo della città, aperto e frequentato, anche al di fuori dei singoli spettacoli.
Dati alla mano, rispetto alla stagione 2003/2004, quella precedente la chiusura del teatro per lavori di ristrutturazione, la stagione 2006/2007 ha riscontrato un incremento di pubblico pari al 29,49%. Alla riapertura, l’anno scorso, l’affluenza, su trenta rappresentazioni è stata di 11.145 spettatori mentre per la stagione attuale il numero complessivo degli spettatori è salito a 12.084, quasi 1000 in più, con un aumento del 9% circa. Nel numero sono stati sommati gli abbonati, il pubblico cioè “fidelizzato”, ma anche i nuovi spettatori che sono passati da 517 a 662.
Il Guglielmi si è quindi guadagnato la ribalta fra i primi teatri della Toscana per l’importanza del cartellone, il numero delle rappresentazioni (dieci spettacoli per tre serate ciascuno) e, soprattutto, per la presenza di spettatori che riesce ad attrarre, facendo registrare in alcune occasioni il tutto esaurito.
Come ha commentato la presidente di Fondazione Pecini, tra gli spettacoli che hanno riscosso maggior successo, di sicuro, Tootsie, intreccio tra teatro e cinema, con Marco Columbro e Chiara Noschese diretti dall’abile e geniale Maurizio Nichetti, con oltre 1400 spettatori e il tutto esaurito per tre sere consecutive.  Seguono a ruota, il danzatore Raffaele Paganini che sembra aver instaurato con Massa un feeling particolare e che ha inaugurato anche la serie di appuntamenti pomeridiani di incontri con il pubblico dove gli artisti si sono mostrati nel loro lato più umano e cordiale regalando agli appassionati un occasione in più per conoscere il mondo dello spettacolo anche oltre la performance sul palcoscenico.
Tra le rappresentazioni di richiamo, certamente , il Metodo Gronholm del catalano Jordi Galceran che ha portato sul palco la moglie e musa del Roberto nazionale Nicoletta Braschi che ha scelto Massa per il suo debutto e la sua prima vera esperienza sul palco diretta da Cristina Pezzoli.
Alla rassegna I classici nostri contemporanei sia l’assessore Antonioli che la presidente Pecini, hanno voluto dedicare una riflessione a parte. La seconda edizione ha proposto quest’anno quattro spettacoli di ricerca e innovazione su testi classici messi in scena da compagnie formate da giovani che hanno raccolto consensi e premi dalla critica più autorevole. Con 1.018 presenze rispetto alle 551 del 2006, con una media di 255 spettatori rispetto ai 184 della prima edizione con gli abbonati saliti da 74 a 124, la rassegna ha riscosso il successo sperato che è anche frutto di un investimento sulla valorizzazione dei testi classici attraverso il rapporto con il mondo della scuola, gli studenti e un altro fulcro della cultura cittadina come la biblioteca civica. Il teatro in biblioteca e la biblioteca a teatro per una lettura dello spettacolo che andava in scena in compagnia di attori, giornalisti e frequentatori della biblioteca, ha dato la possibilità di far conoscere e promuovere tutti gli aspetti dell’attività teatrale con approfondimenti sui testi, gli autori, le scenografie.

Argomenti del sito: 


Corsi estivi di Basket e Volley tenuti da grandi campioni. Opportunità per i giovani massesi

Il Beach Volley e il Jam Camp Basket Ball, due corsi sportivi estivi per ragazzi dai 9 ai 21 anni, si terranno in provincia dal 24 al 30 giugno prossimo grazie ad un’ iniziativa dell’assessorato allo sport di Fabrizio Panesi elaborata di concerto con nomi di spicco nel campo del basket quali  Roberto Milocco e Enrico Tenerini. Speciali insegnanti di questi corsi saranno grandi atleti della pallavolo e della pallacanestro che cercheranno di trasferire ai ragazzi le tecniche del  loro sport preferito. Le “super” lezioni si terranno presso i padiglioni del complesso fieristico di CarrararFiere e presso la Torre Fiat di marina di Massa che ospiterà gli allievi in arrivo da fuori provincia.
Fra gli insegnati campioni quali Francesca Piccinini, Valerio Vermiglio, Veronica Angeloni, Fabio Vullo e il mitico cronista del basket Dan Peterson.
I “camping” hanno un costo complessivo di 430 euro comprendente anche il vitto e l’alloggio. Per i ragazzi massesi interessati invece il prezzo dei corsi sarà di soli 80 euro grazie all’intervento dell’Amministrazione e agli sconti concessi dagli organizzatori della Icaro Eventi.  Tutti coloro che si iscriveranno entro il 30 maggio, inoltre, riceveranno in omaggio un paio di scarpette e un completo da gioco da veri campioni. Come ha commentato l’assessore Panesisi tratta di una bella opportunità per i nostri giovani sportivi che potranno godere di questo speciale evento che viene  per la priva volta ospitato in provincia. L’Amministrazione comunale crede nell’importanza dello sport non solo come pratica per il benessere e la salute ma anche come mezzo educativo per la trasmissione ai giovani di sani valori. Non è un caso  - ha poi concluso Panesi - che si sia voluto   cogliere questa occasione e l’Amministrazione si sia fatta promotrice dell’iniziativa che fin dagli anni ottanta è sempre stata organizzata a Salsomaggiore”. 

Argomenti del sito: 


Siglato in consiglio comunale il patto di gemellaggio tra Massa e Nowy Sacz

E’ ufficiale. La città di Massa ha una nuova città gemella che si “aggiunge” alle storiche Bad Kissingen e Vernon . Si tratta di Nowy Sacz in Polonia, una cittadina di circa 87mila abitanti e capoluogo dell’omonima provincia nella regione di Malopolska circondata dai boschi dei monti Sadecki a circa trenta chilometri dal confine con la Slovacchia.
Giovedì 17 maggio, nella sala del Consiglio Comunale convocato in forma solenne, il Sindaco Fabrizio Neri e il Presidente della provincia polacca Stanislaw Wanatowicz, hanno formalmente suggellato il patto di gemellaggio davanti alle autorità civili e militari della provincia ed ad una platea di studenti in rappresentanza di alcune scuole cittadine.
La cerimonia ha ufficializzato un impegno di amicizia e cooperazione tra le nostre due comunità e amministrazioni che prevede la promozione di scambi culturali, sportivi e scolastici ma anche commerciali e turistici con un importante impegno al muto soccorso in caso di cataclismi o calamità naturali.
Il Presidente Andrea Ofretti ha aperto la seduta straordinaria del Consiglio lasciando la parola al Sindaco Neri che prima di dare lettura del Patto ha ricordato il senso di questo gemellaggio nato nello spirito di cooperazione europeo per la costruzione di un percorso comune fra città volto alla realizzazione di una Europa unita fatta dai popoli e dalle genti. "L’obiettivo  - ha infatti sottolineato il Sindaco – è quello di incrementare la conoscenza tra le genti al fine di garantire una sempre maggiore aggregazione fra comunità e contribuire alla costruzione della cittadinanza europea attiva ".
Dopo gli interventi di Neri e del presidente Wanatowicz è stata data lettura integrale del Patto prima in lingua italiana e poi in quella polacca e si è passati alla firma ufficiale e solenne del gemellaggio.
Alla fine della cerimonia lo scambio dei doni tra i due vertici istituzionali: il Sindaco Neri ha donato ai gemelli un’opera in marmo realizzata dagli studenti del corso d’arte e restauro dell’Istituto Felice Palma intitolata “L’Incontro” mentre, a nome della città di Nowy Sacz, il Presidente ha consegnato al Sindaco un dipinto raffigurante un’antica fontana della contea polacca  di Krynica famosa per le sue acque termali. Oltre al presidente della provincia di Nowy Sacz la delegazione polacca era rappresentata dal segretario Witold Kozlowski, da Andrzej Zarych e da Cezary Burtak.
Dopo l’ufficialità un incontro conviviale fra le autorità istituzionali ha concluso il rito previsto dal cerimoniale per il gemellaggio. 

Argomenti del sito: 


10 Aprile:l'Amministrazione celebra il 62° anniversario della Liberazione di Massa

Spettacoli canori della tradizione popolare, musica e stand nelle strade cittadine, momenti di riflessione culturale con l’organizzazione di incontri-dibattito e la celebrazione de 62° anniversario della Liberazione di Massa dalle forze nazifasciste, il 10 aprile prossimo, con una seduta solenne del Consiglio Comunale a partire dalle ore 9,30 a palazzo civico. L’Amministrazione comunale in collaborazione con l’Anpi Fivl e la Provincia, ha messo in campo una serie di manifestazioni e iniziative che ruotano attorno al tema della Resistenza e che si svolgeranno lungo tutto il mese di aprile fino al 25 compreso, quando, a Turano, si correrà l’ormai storico, Gran Premio della Liberazione.
Come ha ricordato in conferenza stampa il ViceSindaco Stefano Alberti che ha curato l’organizzazione delle manifestazioni, è stato costituito un Comitato per seguire e proporre iniziative intorno al tema della memoria nell’intento di avvicinare i giovani, le scolaresche e quanta più gente possibile,  ai valori della libertà e della democrazia trasformando le ricorrenze storiche in occasioni di festa per tutta la città. Tradizione e folklore lasceranno di volta in volta spazio ad iniziative di più ampio approfondimento culturale su aspetti storici o tipici della vita sociale massese  con il coinvolgimento e la partecipazione delle associazioni partigiane e la collaborazione di giovani artisti e di circoli cultuali.
Il 10 aprile, alla seduta solenne del consiglio comunale è prevista l’orazione ufficiale del senatore Raimondo Ricci, vicepresidente dell’Anpi nazionale. Nel pomeriggio, a partire dalle ore 16,00 nelle piazze e strade cittadine verranno allestiti stand e angoli per la musica a cura dell’Anpi-giovani mentre la sala del consiglio, dalle ore  17,30, ospiterà la presentazione del libro scritto da Angela Maria Fruzzetti in collaborazione con Rossana Lazzini “Maria ha detto sì- Le donne si raccontano”. L’onorevole Elena Emma Cordoni introdurrà l’incontro cui parteciperanno il Vicesindaco Alberti, l’assessore Maurizio Morelli e l’assessore provinciale alla cultura Lara Venè. La giornata di celebrazioni terminerà al teatro Guglielmi con un concerto spettacolo gratuito di canti popolari e del lavoro a partire dalle ore 21,00.
In programma dal 10 al 25 aprile una serie di incontri di lettura nelle scuole medie e elementari cittadine incentrato sul libro di Tina Anselmi “Zia, parlami della Resistenza” e la realizzazione di murales presso l’immobile Cat. Il 24 aprile al Gugliemi andrà in scena lo spettacolo teatrale “Erano tutti figli miei”di Artthr Miller   e il 25 aprile, dalle ore 10,00 a Turano, il GP della Liberazione.
 

Argomenti del sito: 


Il 9 maggio 1950 nasce la Comunità Europea. Stamani una seduta solenne del Consiglio Comunale celebra l'evento

Stamani il Consiglio Comunale si riunisce in forma solenne per celebrare la giornata dell’Europa. Il 9 maggio 1950, quando lo spettro di una terza guerra mondiale angosciava il mondo intero, sono state gettate le basi di quella che oggi è l’Unione Europea.

Argomenti del sito: 


Per prevenire la discriminazione nei luoghi di lavoro in Comune si tiene un seminario formativo sul mobbing

Organizzato dall’assessore al personale Dina Dell’Ertole e dal Comitato D’Ente Pari Opportunità  si terrà in comune, in tre differenti moduli, domani 4 maggio, venerdì 11 maggio e mercoledì 23 maggio prossimo, un corso di formazione aperto alla partecipazione di tutti i dipendenti dell’ente incentrato sul tema del mobbing nei luoghi di lavoro al fine di fornire elementi utili a comprendere la genesi di qualsiasi forma di discriminazione a tutela della dignità di ogni lavoratrice e lavoratore.
Si intitola “Human governance ed azioni positive per prevenire la discriminazione ed il mobbing nel mondo del lavoro” ed è un seminario formativo che si avvarrà della collaborazione di alcuni fra i maggiori  esperti italiani del settore che cercheranno di trattare l’ argomento sotto l’aspetto psicologico e giuridico senza trascurare  il sistema dell’organizzazione del lavoro e gli effetti per l’aspetto sindacale o assicurativo.
Nella prima giornata seminariale di domani, dal titolo “Discriminazione e mobbing nel mondo del lavoro” oltre a inquadrare l’argomento da un punto di vista generale e del diritto, si individueranno le varie tipologie di mobbing oltre a presentare gli strumenti normativi e contrattuali previsti per prevenire l’insorgere del fenomeno nei luoghi di lavoro. Nella giornata di venerdì 11 maggio prossimo, intitolata “Mobbing: aspetti psicologici e medico legali”, il tema sarà trattato dal punto di vista medico, organizzativo e sindacale mentre nella giornata prevista per il 23 maggio, in collaborazione con il Laboratorio Lider Scuola Superiore S. Anna dell’Università di Pisa, si affronteranno gli aspetti giuridici del fenomeno.
Tra i docenti che relazioneranno sul fenomeno esperti del calibro del dottor Herald Ege Presidente dell’Associazione PRIMA, il professor Vincenzo Mayer dell’Università di Firenze, il dottor Renato Gilioli e la dott.ssa Maria Grazia Cassito della Clinica del Lavoro Luigi Devoto di Milano, la dott.ssa Emanuela Fattorini dell’ISPESL.
Ad introdurre queste tre  giornate seminariali sarà l’assessore Dina Dell’Ertole anche Presidente del Comitato D’Ente.

Argomenti del sito: 


Un pullman attrezzato per il trasporto disabili grazie alle sponsorizzazioni sociali di 58 aziende apuane

E’ un furgone Fiat ducato nuovo di zecca, otto posti più autista, attrezzato per il trasporto disabili, dotato di un elevatore idraulico per le carrozzine che possono essere accolte a bordo fino a tre contemporaneamente. Il mezzo, “griffato” con i  marchi di  alcune prestigiose aziende apuane, è stato infatti pagato grazie alle sponsorizzazioni sociali di molti inserzionisti che operano sul territorio nell’ambito di una convenzione sottoscritta tra l’Amministrazione e la Onlus MGG (Mobilità Garantita Gratuitamente) di Valdo Scanerini. La consegna del mezzo all’Amministrazione che lo utilizzerà in comodato gratuito per il trasporto dei disabili seguiti dal servizio sociale, è avvenuta nel corso di una cerimonia pubblica che si è svolta lunedì 26 marzo nell’atrio di palazzo civico alla presenza dei rappresentanti delle ditte inserzioniste, ben 58, del Sindaco Fabrizio Neri, dell’assessore alle politiche sociali Osvaldo Bennati.
Dopo la benedizione del furgone e i ringraziamenti pubblici rivolti dal Sindaco agli sponsor per la sensibilità dimostrata con questa forma di pubblicità sociale, la cerimonia è proseguita in sala consiliare dove il Sindaco e l’assessore hanno consegnato un attestato di riconoscimento ai rappresentanti delle aziende inserzioniste.
Di seguito l’elenco degli sponsor che hanno aderito al progetto:
Contri Cav. Dino & Figli s.r.l., F.lli Pegollo s.n.c. Laboratorio Marmi, F.lli Venturini E. e G. s.n.c., Ditta Franzin Davide, Marmi Vianello e C. s.a.s., Marmi M.A.R. Lazzini s.r.l., CPL Security s.r.l.,CMI s.r.l, C.E.R.M.E.C. S.p.a, C.L.M. Service s.r.l., L.M. Graniti s.r.l, NAMCO s.r.l, Turba Marmi s.r.l., DMG Infissi di G. Della Maggesa, EATON s.r.l, CLIMA SISTEM s.n.c, Bogazzi Cargo S.p.a.,Parrucchiera Padroni Annamaria, L’Oasi del Vino di Ordini N, E.F.A. s.r.l, FERMET s.r.l, IMAS Stampi s.a.s. di Fiorentini, Salumificio Europa di Gemignani R, Alluminio Sistemi s.r.l., Universal Diamond s.r.l., Rivieri Giuseppe, ALFA B s.r.l., G.S. Diamant di Giaconi Sauro, EG di Tonarelli V. e S. s.n.c., Brotini S.p.a., Le Delizie del Mare s.r.l, Le Delizie del Mare s.r.l,Marinari e Figli s.n.c., TECNEL s.r.l., NICOLI s.r.l., Tonarelli Imballaggi s.r.l., Salvay Bario e Derivati S.p.a., COILSERVICE s.r.l, T.D.A. s.r.l., Ditta Angeloni Carlo, For Trading Poggi s.r.l.,M.B. FER s.r.l, NIMAR International s.r.l., Morganti Marco s.r.l..

Argomenti del sito: 


"Il Paese dei Campanelli". Il 22 aprile al Guglielmi l'operetta di Ranzato e Lombardo

Dopo la chiusura della stagione di prosa l’Amministrazione annuncia un nuovo importante appuntamento per gli appassionati del genere operistico. Il paese dei campanelli, l’operetta in due atti di Virgilio Ranzato e Carlo Lombardo  sarà in scena al Guglielmi il prossimo 22 AprileIl Sindaco, in conferenza stampa, ha presentato questa mattina questo nuovo appuntamento sottolineando  come l’Amministrazione intenda proseguire nell’opera di rilancio dell’offerta culturale in città facendo gravitare attorno al teatro le migliori proposte dei vari generi teatrali nell’intento di creare uno spazio polivalente per tutte le espressioni dell’arte. "Diversificare e ampliare l’offerta culturale da proporre alla collettività  - ha detto Neri – era e resta il nostro obiettivo dichiarato perché questa Amministrazione è convinta che investire in cultura sia fondamentale per il benessere di una comunità ". Ricordando una frase di Garcia Lorca secondo cui “la cultura costa ma costa molto di più l’incultura “ il Sindaco ha poi voluto precisare che malgrado le ristrettezze finanziarie che gravano sui bilanci degli Enti pubblici l’Amministrazione comunale intende continuare nella strada che ha intrapreso lo scorso anno riportando al Guglielmi la musica classica e l’opera. "Anche quest’anno – ha aggiunto – come fu lo scorso con la Vedova Allegra iniziamo col proporre un operetta che è fra le più belle e conosciute. L’obbiettivo è di lavorare far convogliare su questi progetti sinergie e contributivi privati per proporre alla nostra comunità opere di qualità". Ringraziando Banca Toscana e Monte dei Paschi che hanno contribuito alla realizzazione di questo progetto, il Sindaco ha lasciato la parola  al direttore dell’Orchestra Sinfonica di Massa Carrara Giacomo Loprieno per la descrizione delle caratteristiche dello spettacolo  proposto  dalla compagnia Teatro Musica Novecento.

Argomenti del sito: 


Projet financing per largo Matteotti: la parola al Sindaco

Il Sindaco fa chiarezza sulla questione del project financing per la costruzione del parcheggio interrato da 373 posti auto in largo Matteotti. Ricordando l’iter amministrativo seguito - la delibera di Giunta del febbraio 2006 con cui la proposta era stata riconosciuta di pubblico interesse, l’istruttoria degli uffici comunali sulle ipotesi progettuali pervenute in seguito al bando pubblico, l’inserimento del progetto nel Piano annuale delle Opere 2005 -  Fabrizio Neri, ribadisce che l’idea del projet non è nata all’improvviso né è un’iniziativa personale del Sindaco. "Si tratta  - puntualizza Neri - della normale conclusione di un iter trasparente e condiviso dalle forze politiche che sostengono  l’Amministrazione".
Per analizzare la proposta con la necessaria obiettività, secondo il Sindaco, non si può prescindere dal fatto che il progetto sia funzionale alle esigenze di mobilità e parcheggio nelle vie centrali di Massa. "Siamo adesso in grado - ha detto Neri - di dare un significativo riscontro a queste esigenze con un progetto realizzabile in tempi brevi e che nessuna Amministrazione è mai riuscita a portare così vicino alla meta. E’ un fatto noto che tutte le città più importanti abbiano integrato le esistenti disponibilità di posti auto con un sistema di parcheggi a pagamento, molti dei quali interrati, costruiti con totale onere a carico dei soggetti privati". Il Sindaco inoltre precisa che il progetto per Largo Matteotti è stato preceduto da un’attenta analisi dei fabbisogni di posti auto sia da parte dei residenti sia da parte delle attività commerciali ubicate nel centro cittadino. Da esperienze come quella dell’ex deposito CAT al Pomario Ducale  è venuta infattio la conclusione che solo se il parcheggio a pagamento si posiziona nell’immediato ridosso del centro e non nelle aree limitrofe, può essere garantita una percentuale di utilizzo vicina ai livelli di saturazione. La politica dei “parcheggi scambiatori”, collegati al centro con dei bus navetta, non funzionerebbe a Massa il cui centro è interamente percorribile a piedi in poche decine di minuti.
L’Amministrazione comunale ha quindi promosso la realizzazione di un  intervento che potesse risolvere  le esigenze dei residenti e quelle degli esercizi commerciali esistenti prevedendo la possibilità di istituire forme di abbonamento a prezzi competitivi senza rendere precario l’equilibrio economico finanziario di un’opera che, è bene ricordarlo, verrebbe costruita a totale carico del privato e restituita al Comune al termine di un periodo di tempo da stabilire convenzionalmente durante il quale resta al privato il totale onere della manutenzione degli impianti, dei servizi e delle infrastrutture. Da non sottovalutare poi che il progetto prevede la pedonalizzazione e la riqualificazione del tratto di viale Chiesa a monte dell’Aurelia per trasformarlo in una sorta di  “galleria commerciale a cielo aperto” della città e dello stesso Largo Matteotti finalmente liberato da una presenza ambientalmente insostenibile come quella del capolinea del CAT.
La querelle politica che si è sollevata attorno al Projet, salvo rare eccezioni, non è legata all’opportunità dell’opera ma al suo finanziamento che dovrebbe avvenire, in parte, con i proventi dei parcheggi di superficie nelle zone limitrofe del centro Città e la cui gestione dovrebbe essere trasferita ai privati. Su questo punto l’Amministrazione è ben attenta ed ha in corso approfondimenti riguardanti il piano economico-finanziario le cui risultanze saranno presto comunicate al consiglio comunale. "Su tutta la questione del Projet  - conclude il Sindaco -  abbiamo sempre seguito una linea trasparente e chiara. Chiediamo di ricevere la stessa attenzione alle nostre ragioni e non un atteggiamento di pregiudiziale ostilità, ferma restando la responsabilità delle scelte da compiere che compete ai rappresentanti eletti dei cittadini".

Argomenti del sito: 


Con il contributo del Comitato d'Ente, la Giunta istituisce il Comitato Paritetico sul fenomeno del Mobbing

E’ nato, non per caso, l’otto marzo, con l’atto di giunta numero 44, nell’anno europeo delle pari opportunità. Costituito ufficialmente nel comune di Massa nell’ambito delle forme di partecipazione previste dal contratto di lavoro, il Comitato Paritetico sul fenomeno del mobbing è il frutto del lavoro di pressione svolto all’interno dell’Ente dal Comitato Pari Opportunità che, presieduto dall’assessore Dina Dell’Ertole, già da qualche anno progetta azioni concrete per la realizzazione delle  pari opportunità in campo lavorativo e sociale. Corsi di aggiornamento professionale, indagini sullo stato di attuazione delle normative nazionali, raccolta dati, approfondimenti culturali, sostegno alle iniziative per la diffusione della cultura di genere, sono solo alcuni esempi del lavoro fino ad oggi svolto dal CPO.
Nel corso di  una conferenza stampa indetta per comunicare l’istituzione del Comitato Paritetico sul mobbing, l’attività del CPO è stata illustrata dalla Presidente davanti alle componenti del Comitato d’Ente costituito da quattro funzionarie in rappresentanza dell’amministrazione e da un pari numero di delegate in rappresentanza delle organizzazioni sindacali.
"Innanzi tutto – ha spiegato l’assessore Dell’Ertole – nel 2005 il CPO ha prodotto il piano triennale delle azioni positive come previsto da una legge del 1990 che fissa l’operatività e i principi ai quali si ispira l’azione del Comitato, poi sono stati presentati i progetti già  sottoposti al Servizio Civile Nazionale e riferiti alla tematica delle pari opportunità nel mondo del lavoro. Uno di questi, battezzato “Quest’anno giochiamo dove la mamma lavora” , è un progetto volto ad organizzare uno spazio di accoglienza all’interno dell’Ente per i figli minorio dei dipendenti quando le scuole sono chiuse, poi c’è  “Rosa e non solo” per avviare un’indagine sulle condizioni di lavoro della donna nel territorio comunale". Altri due progetti che si chiamano Cre-Azioni, per formare la cultura organizzativa dell’Ente in un ottica di genere e Di.Re, per un’indagine sulla differenza retributiva fra uomo e donna, sono già  stati presentati al Ministero delle Pari Opportunità per ottenere i finanziamenti necessari per avviare una fase di studio proprio nel nostro comune. Ma l’attività del CPO non si ferma qui. Intanto, per ottenere una maggiore visibilità e allargare la partecipazione alle sue attività, è stato aperto un link sul sito del comune ed è stato avviato un percorso di comunicazione e di informazione sulle tematiche di genere utilizzando la rete Intranet del comune attraverso la quale le dipendenti potranno segnalare, anche in forma anonima, problematiche ed eventuali discriminazioni subite sul luogo di lavoro. Per le componenti del CPO che sono Giovanna Menchetti, Lucia Bigini, Maria Grazia Ranieri, Rina Paolini, Katia Panizzi, Silvana Mariani, Angela Marongiu Angela Lenzoni, impiegate con funzioni e ruoli diversi all’interno del Comune, sono parecchie e trasversali le iniziative prodotte in questi anni dal CPO che proprio sulla  differenza e sulla diversità lavora per creare opportunità "uguali per tutti".

Argomenti del sito: 


Al tavolo provinciale della conferenza dei servizi l'Ammnistrazione disegna il futuro del trasporto pubblico locale

Migliorare la qualità del servizio per rispondere alle esigenze di mobilità dell’utenza, razionalizzare le tratte urbane ed extraurbane guardando più alla funzionalità delle corse che al chilometraggio, privilegiare lo scambio ferro-gomma e i collegamenti fra i centri di pubblica utilità e istituzionali dei Comuni limitrofi, disincentivare l’uso del mezzo proprio a favore di quello pubblico. Sono queste le premesse da cui l’Amministrazione comunale è partita per ridisegnare le reti di servizio del trasporto pubblico locale in vista del prossimo bando di gara in fase di predisposizione da parte della Provincia.
Dopo la risoluzione del contratto di servizio con CAT spa, l’Amministrazione provinciale ha promosso sull’argomento una Conferenza dei Servizi che si è svolta venerdì 13 aprile a Palazzo Ducale coordinata dall’assessore Domenico Ceccotti coadiuvato dal dirigente Giovanni Menna e dall’ing. Stefano Fresia. Erano presenti i rappresentanti di Massa, Montignoso, Carrara, Villafranca, Bagnone, Licciana. Il nostro Comune ha contribuito attivamente alla stesura del rapporto tecnico contenente le nuove linee guida della pianificazione dei servizi, grazie all’impegno dell’assessore Aldo Bugliani e del dirigente Fabio Mauro Mercadante, in stretto raccordo con il Presidente della Commissione consiliare Cesare Lorieri e in armonia con i livelli politici e tecnici del Comune di Carrara.
Già nel periodo transitorio che precede l’aggiudicazione della nuova gara, saranno intensificati i percorsi di collegamento con il Comune di oltre Foce, tra le due Marine e le due Stazioni, sfruttando le direttrici che attraversano la Zona Industriale (via Massa Avenza e via Aurelia) ma anche lungo la stessa via Foce. L’Amministrazione di Massa ha anche chiesto di migliorare i collegamenti con Ronchi-Poveromo, Montignoso e la zona di Partaccia, attivando più corse e percorsi più adeguati alle mutate esigenze di mobilità dei cittadini.
Ulteriori percorsi legati al trasferimento del capolinea da largo Matteotti a piazza della Stazione saranno inseriti nel capitolato dell’offerta di gara e considerati come elementi premiali per i progetti predisposti dalle aziende partecipanti.

Argomenti del sito: 


L'importanza delle persone come risorsa strategica. L'assessore al personale organizza un seminario per i dipendenti

Investire nella qualità della pubblica Amministrazione è indispensabile per dare efficacia ed efficienza all’azione pubblica e come ha dichiarato alla stampa l’assessore Dell’Ertole commentando i dati di un’inchiesta del Sole 24ore sui dipendenti pubblici, <<solo puntando sulle professionalità, incentivando gli effettivi meriti e i risultati, dando strumenti formativi e tecnologici adeguati si può riformare il pubblico impiego>>. In questa direzione è stato, non a caso, organizzato dall’assessore Dell’Ertole un corso di formazione che si terrà in comune, in due differenti moduli, oggi e martedì 24 aprile prossimo, aperto alla partecipazione di tutti i dipendenti dell’ente.
Si intitola “La gestione delle risorse umane nella società della conoscenza” ed è un seminario formativo che intende avviare una riflessione sull’evoluzione della gestione delle risorse umane nelle amministrazioni pubbliche per valorizzare la persona come risorsa strategica e riflettere sul cambiamento nell’organizzazione del lavoro in rapporto alle diverse richieste dell’utenza.
Contenuti del seminario condotto dalla dott.ssa Wanda Pezzi sono:
- l’evoluzione della gestione delle risorse umane nelle moderne organizzazioni del lavoro;
-  l’organizzazione come sistema di processi;
-  la risorsa umana come risorsa strategica;
-  cambiamento ed empowerment;
-  il processo di gestione delle risorse umane.
Al termine di ogni giornata seminariale i partecipanti potranno usufruire di un momento di confronto con la docente circa il ruolo di ciascuno all’interno dell’organizzazione amministrativa.
    

Argomenti del sito: 


Parte il progetto per la riqualificazione dei "Poggi". Il quartiere sarà il simbolo della lotta all'emarginazione sociale

Animazione sociale e culturale, uno sportello fisso e tante idee nuove per trasformare e migliorare lo stile di vita della popolazione che risiede nel quartiere massese dei Poggi. A un anno dall’incendio che divampò nel palazzo di  via Donne Partigiane e che costò la vita a Roberto Alberti, l’Amministrazione comunale, di concerto con quella provinciale, ha messo a punto un  progetto di riqualificazione sociale e ambientale studiato specificatamente per il quartiere diventato simbolo del degrado della periferia urbana. Il quartiere dei Poggi sarà presto oggetto di un intervento globale di riqualificazione che, basato sul modello sociale del tutoraggio, intende agire concretamente sul disagio, avvicinare la popolazione alle istituzioni, informare sui servizi esistenti e fornire risposte dirette ai cittadini che lamentano la distanza delle istituzioni dai problemi della gente comune.
Presentato in conferenza stampa dal vicesindaco Stefano Alberti e dall’assessore alle politiche sociali Osvaldo Bennati alla presenza dell’assessore provinciale Domenico Ceccotti e del consigliere Antonio Tararntino, il progetto si propone di creare un osservatorio sociale permanente nel quartiere per l’ascolto delle problematiche,  l’orientamento professionale e scolastico dei giovani, per l’informazione diretta alle famiglie sui servizi sociali esistenti,  per avviare pratiche di assistenza domiciliare e individuare il disagio prima che diventi un problema.
L’originalità del progetto sta nell’essere riusciti  a convogliare  in uno stesso programma finanziato con un contributo provinciale di 70.000 euro, tutte le forze sociali in campo: dalle istituzioni provinciali e comunali a quelle locali con il Quartiere 4, dalla scuola alla parrocchia, dall’Erp all’Asl senza dimenticare le associazioni di volontariato come la Punto d’Incontro e la Cooperativa sociale 2000 che collaboreranno per la sua  buona riuscita. "Il quartiere dei Poggi – ha ammesso il Vicesindaco – ha grossi problemi ma anche parecchie potenzialità e risorse con punti di eccellenza che con questo progetto intendiamo valorizzare. Partirà a breve anche la riqualificazione edilizia del quartiere e il palazzo di via Donne Partigiane sarà ristrutturato a partire dal tetto dove sarà eliminato l’amianto per una più moderna ed ecologica copertura che sfrutterà il sistema del fotovoltaico."
Per valutare se e in che misura il progetto raggiungerà risultati concreti è stato creato un tavolo di coordinamento e sono già state messe a punto una serie di iniziative collaterali di animazione sociale e culturale come cineforum, tornei sportivi e uscite di gruppo . "Si tratta di un  progetto innovativo  - ha spiegato l’assessore Bennati  - che intende passare da un concetto di welfare ( stato sociale) uguale per tutti ad un intervento il più possibile mirato, calibrato sulle problematiche specifiche di un quartiere e della gente che lo abita, con tutor che si occupano di volta in volta di singoli, famiglie, gruppi" . L’importanza della collaborazione tra Comune e Provincia è stata sottolineata dal consigliere provinciale Tarantino mentre l’assessore Ceccotti ha parlato della valorizzazione del terzo settore e di come il progetto Poggi si inserisca perfettamente nell’ambito delle politiche regionali per l’inclusione sociale che tendono a promuovere i diritti di cittadinanza attiva identificando i processi negativi da rimuovere e quelli positivi da promuovere.
 

Argomenti del sito: 


Il bilancio di un anno di attività e gli impegni per il futuro. Il Sindaco fa il punto con i giornalisti.

Un anno di lavoro, i progetti approvati, gli atti  trasmessi dalla Giunta alla valutazione del  Consiglio, i problemi affrontati e risolti, i programmi per il 2007. Il Sindaco, nella tradizionale conferenza stampa di fine anno, ha fatto il punto delle cose fatte e di quelle da fare annunciando gli obiettivi dell’Amministrazione Comunale per il nuovo anno . 
<<Abbiamo seminato bene – ha esordito Neri – e già dai primi mesi di quest’anno si vedranno i risultati di questo lungo e laborioso lavoro di programmazione >>.
Partendo da una stoccata alle finanziarie del governo Berlusconi che Neri ha definito << limitanti per gli Enti locali che si sono visti tagliare fondi e sono stati imbottigliati da una logica miope del risparmio dove gli investimenti nelle ricapitalizzazioni di aziende pubbliche erano inclusi fra le spese che incidevano sul patto di stabilità >> il Sindaco ha poi elencato i più importanti atti su cui ha lavorato l’organo esecutivo come il piano strutturale, il piano di zonizzazione acustica, la variante al piano di recupero alberghiero, l’avvio del cantiere per la realizzazione del nuovo ospedale, la trasformazione dell’Asmiu in Spa, gli studi per migliorare la viabilità e la qualità urbana con la progettazione e la realizzazione delle rotatorie.
Fra i risultati raggiunti nel 2006 Neri ha voluto ricordare il recupero di alcuni edifici  scolastici di competenza comunale come i nidi e le materne e i lavori di ampliamento e manutenzione straordinaria eseguiti nei cimiteri delle frazioni montane. <<Si trattava di operare alcune scelte - ha commentato il Sindaco - così abbiamo investito buona parte delle risorse di bilancio  in questi settori convinti che il senso sociale di una comunità si veda dalla qualità e dalla cura in cui vengono tenuti i beni pubblici>>. La stessa logica è stata seguita nella programmazione degli interventi di manutenzione stradale e riqualificazione urbana. Nel 2007 partiranno una serie di cantieri per il  lavoro preparatorio fatto durante l’anno e grazie al contratto di servizio con l’ASMIU e la trasformazione della azienda in spa, l’obiettivo è di raggiungere  l’ottimizzazione nel servizio di spazzamento e raccolta.
Altri importanti atti licenziati dalla Giunta sono stati il Regolamento delle attività di cava che si armonizza alla legge regionale evitando che si possano aprire “cave di sassi”; la ricapitalizzazione di  IMM ed Erika; la collaborazione con il Consorzio Zona; tutto voluto con l’intento di stimolare promozione, innovazione e ricerca a sostegno dell’impresa lapidea, artigianale, della nautica e della meccanica che sono il volano dell’economia locale.
Fra gli argomenti all’ordine del giorno e per il prossimo futuro, il Sindaco ha indicato la gara per quello che viene chiamato il  “global service manutentivo” cioè l’affidamento ad un unico soggetto dei lavori di manutenzione stradale sul territorio, la valutazione e lo studio del piano economico e finanziario per il progetto di pedonalizzazione di via E. Chiesa, la tematica Cat per migliorare la qualità del trasporto pubblico oltre ai tavoli di concertazione con Enti e associazioni del territorio sui grandi temi di interesse sovracomunale come il Porto di marina di Carrara e le infrastrutture viarie. Sul quadro politico, il consolidamento dell’Unione a Massa e la costruzione di un grande Partito Democratico sono gli obiettivi che vedono l’impegno convinto di Neri. <<L’importante -  ha concluso il Sindaco -  è che il percorso verso la costruzione del nuovo partito sia il più partecipato possibile, si deve lavorare affinchè vi si possano riconoscere le espressioni e le esperienze politiche di chiunque voglia portare il proprio contributo. Non importa quanto tempo ci vorrà, ci sono le condizioni perché si vada avanti >>.

Argomenti del sito: 


Nominato dal Sindaco, il dottor Michele Pastore è il nuovo Segretario Generale del Comune

Il Sindaco ha nominato Segretario Generale del Comune il dott. Michele Pastore. Si è così conclusa la procedura, avviata secondo le normative di legge, di individuazione del nuovo segretario generale dell'Ente dopo la cessazione dall’incarico del dott. Francesco Fontanazza.
Il dott. Pastore,  originario di Gravina di Puglia e attualmente segretario generale presso il comune di Nardò  (Lecce), è laureato in Scienze Politiche e assumerà servizio a Massa il prossimo primo febbraio.
Il Sindaco coglie l’opportunità di ringraziare per il servizio prestato il  dott. Massimo Tognocchi, vice segretario e dirigente d’Area dell’Ente, cui è stata attribuita la reggenza della Segreteria Generale nel periodo di vacatio.

Argomenti del sito: 


Con il progetto LEXI-PATION l'iter per l'adozione del Piano Strutturale sarà partecipato e anche informatizzato

Il Comune di Massa ha ottenuto un finanziamento comunitario dalla DG “Information Society and Media” a fronte di un progetto intitolato “E Participation in the context of legislative processes”, promosso da un consorzio formato insieme alla Città Stato di Amburgo, alla Prefettura di Salonicco, al Comune di Alston (Inghilterra) con due società di software, la greca Altec di Salonicco e la tedesca TuTech di Amburgo.
Il progetto ha una durata di 12 mesi a decorrere dal 1° gennaio 2007 e prevede per il Comune di Massa un contributo a fondo perduto di € 34.127,34 a fronte di spese ammissibili per € 45.503,12 costituite per  la gran parte (€ 39.960,00) dai costi del personale coinvolto nelle attività.
A parte il vantaggio di tipo finanziario, l’opportunità che ne deriva per il nostro Comune è duplice: da un lato ricevere gratuitamente l’installazione e contribuire alla sperimentazione di un sistema informatico dedicato alla valorizzazione della partecipazione popolare alle scelte amministrative, dall’altro collaborare, in modo originale e innovativo, alle iniziative avviate dalla Regione Toscana (Assessore Fragai) per una proposta di legge sulla partecipazione che nella nostra provincia hanno già trovato spazio nel “Town Meeting” che si è svolto l’8 novembre scorso  presso Carrara Fiere.
Il ruolo del nostro Ente consisterà nel valorizzare il momento partecipativo all’interno dell’iter di formazione del Piano Strutturale. Saranno intraprese azioni per il coinvolgimento attivo dei cittadini interessati, dei comitati, delle forme organizzate e delle rappresentanze di categoria del mondo produttivo, dei lavoratori e dell’associazionismo.
Dalla Finlandia (Tampere) al Brasile (Porto Alegre) sono già nati alcuni esempi di quella che viene definita  “urbanistica partecipativa” ma la principale differenza con Massa è che non sarà semplicemente una variante o una nuova opera pubblica ad essere “assoggettata al giudizio” della popolazione ma il ridisegno complessivo dell’assetto urbano e infrastrutturale della città di Massa a distanza di molti decenni dall’ultima pianificazione generale.

Argomenti del sito: 


Questione Antenne: l'Amministrazione avvia trattative con i gestori

Come annunciato ai cittadini riuniti nei comitati “Anti Antenna”, in seguito all’Ordine del Giorno del Consiglio Comunale votato all’unanimità il 30 gennaio scorso, il Sindaco ha promosso un incontro tra amministratori comunali e i rappresentanti dei Gestori della Telefonia Mobile.
Attraverso il citato ordine del giorno, l’Amministrazione Comunale era invitata a concordare con i Gestori una moratoria nella attuazione del Piano per la Telefonia Mobile, attivando con urgenza un tavolo di concertazione con i Gestori, al fine di individuare, per le stazioni radio base non ancora installate, una localizzazione tale da rappresentare, caso per caso, la migliore soluzione possibile sotto i profili dell’impatto sociale ed urbanistico.
Al tavolo, tenutosi presso la Sala Giunta la scorsa settimana, erano presenti, in rappresentanza della l’Amministrazione Comunale,  il Sindaco  e l’Assessore all’Ambiente Giorgio Raffi oltre al dirigente Fabio Mauro Mercadante.
Altamente qualificata anche la rappresentanza dei 5 Gestori – oltre a Telecom, Vodafone, H3G e Wind, era infatti presente Ericsson società che installa le stazioni radio base di Wind -  con i loro massimi vertici a livello regionale od interregionale.
La discussione è stata lunga e approfondita ma i Gestori hanno concordato sulla necessità di una maggiore concertazione.
Per l’installazione delle stazioni radio base non ancora progettate, i Gestori  si sono dichiarati disponibili alla  valutazione da parte del Comune anche di parametri di natura urbanistica e sociale che da ora in avanti andranno ad aggiungersi a quelli sanitari ed elettromagnetici, obbligatori per legge e già presi in considerazione in passato con la acquisizione da parte del Comune  dei preventivi  pareri favorevoli di Arpat ed Asl.
Resta per ora aperto il problema delle antenne già autorizzate (c.d. cantieri aperti), ovvero in attesa di autorizzazione ma la cui progettazione abbia già acquisito tutti i pareri favorevoli di legge.
Per tali situazioni i Gestori hanno chiesto una pausa di riflessione in considerazione degli oneri di spesa già sostenuti.
E’ stato così previsto di tenere a breve un nuovo incontro con l’Amministrazione cui seguiranno incontri con i singoli gestori per esaminare, caso per caso, tutte le problematiche evidenziate dal Consiglio nel citato Ordine del Giorno. Si profila una “calendarizzazione” delle nuove autorizzazioni in seguito ad una procedura più complessa ed articolata che autorizzi l’installazione di una nuova stazione radio base soltanto dopo una approfondita ed accurata valutazione di tutte le emergenze  presenti sul territorio che andrà ad ospitarla

Argomenti del sito: 


Rivoluzione in vista per il sistema di raccolta dei rifiuti: in arrivo le Piazzole Ecologiche

E’ iniziata  una nuova era nel servizio di raccolta della spazzatura. Per molti aspetti una vera e propria rivoluzione. Il Sindaco e il presidente Asmiu Adriano Tongiani hanno presentato sabato 10 febbraio in conferenza stampa il progetto Piazzole Ecologiche che cambierà l’aspetto e il servizio di raccolta dei rifiuti urbani in città. L’obiettivo di Amministrazione e Asmiu è migliorare e incrementare la raccolta differenziata, agevolare i cittadini quando si recano presso i cassonetti a gettare la spazzatura, razionalizzare ed economizzare il servizio. Una novità significativa anche perché la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti pesano sul bilancio comunale per circa 12 milioni di euro l’anno .
Per illustrare la nuova filosofia del sistema di raccolta rifiuti è sceso in campo lo stesso Sindaco Fabrizio Neri che aveva posto al Presidente Asmiu questo studio fra gli obiettivi di mandato e che in conferenza stampa ha chiesto la collaborazione di tutta la cittadinanza la cui partecipazione è fondamentale per il buon esito del progetto.
Tutto il territorio comunale, escluso il centro storico, dove è invece previsto di attivare la raccolta porta a porta, sarà dotato di piazzole ecologiche cioè zone di territorio ben delimitate e studiate dal punto di vista urbanistico, in cui saranno posizionati almeno quattro contenitori per la raccolta selezionata dei rifiuti. I contenitori per vetro, rifiuti organici, multimateriali recuperabili (plastica, lattine) e un contenitore per l’indifferenziata saranno posizionati vicini e in punti del territorio raggiungibili a piedi dai cittadini che dalle loro abitazioni non dovranno camminare per più di 300 metri cumulando l’andata al ritorno. Le piazzole saranno in parte collocate dove ora già si trovano i cassonetti e in parte realizzate ex novo in luoghi di facile accesso e lungo un percorso viario che lasci ai  mezzi meccanici che effettuano la raccolta lo spazio adatto per le manovre senza arrecare intralcio al traffico. Allo scopo di individuare il punto ottimale per la realizzazione delle isole ecologiche l’Asmiu ha intrapreso uno studio accurato impiegando software all’avanguardia e raccogliendo una serie di dati sulla distribuzione e il numero di cassonetti presenti ad oggi sul territorio comunale considerando inoltre le nuove norme del codice della strada e la quantità ideale di cassonetti per una città come Massa. Il numero di abitanti, le attività economiche presenti sul territorio, il fatto che esita una diversa distribuzione della popolazione nei mesi estivi rispetto agli invernali, l’aumento del traffico in certe stagioni, i percorsi viari che dovranno fisicamente compiere i cittadini dalla loro abitazione, l’esigenza di rendere decorose le piazzole, tutto in uno studio che Tongiani ha definito "uno strumento conoscitivo all’avanguardia e in futuro utilizzabile anche per altri scopi dalla stessa Amministrazione comunale". Come ha aggiunto il Sindaco Neri " visto che il problema della distribuzione dei cassonetti è legato alla qualità della vita cittadina e può suscitare proteste e disagi, tutta l’operazione di nuovo posizionamento sarà preceduta da una fase di consultazioni dirette con i cittadini che attraverso i Quartieri saranno informati e sollecitati ad intervenire  per apportare suggerimenti, proposte ed eventuali modifiche nella collocazione delle  zone individuate dagli esperti". I tempi di realizzazione di questa rivoluzione quindi non saranno brevissimi. Entro la fine dell’anno dovrebbe concludersi la fase delle discussioni quindi inizierà la realizzazione delle piazzole che in qualche caso potrebbero comportare anche mini-variazioni urbanistiche .
L’obiettivo finale è realizzare in tutto il territorio circa 600 isole ecologiche, sostituire circa 2400 cassonetti per 1,8 milioni di euro di  investimento solo per il rinnovo del parco contenitori.

Argomenti del sito: 


L'assessore alle finanze Morelli anticipa alla stampa le linee guida sulla prossima manovra fiscale dell'Amministrazione

Nessun ritocco all’addizionale Irpef, riduzioni Ici sulla prima casa ma aumenti in vista per i proprietari di seconde case. L’assessore alle finanze e  bilancio Angelo Maurizio Morelli, incalzato dalle domande dei giornalisti,  annuncia alla stampa  locale le linee guida sulle quali dovrebbe assestarsi la prossima manovra fiscale di palazzo civico. L’obiettivo è quello di non gravare sulle tasche dei cittadini, contenere eventuali aumenti, razionalizzare le spese facendo salvo il settore sociale per una precisa volontà politica condivisa da tutta la Giunta Municipale.
Il bilancio di previsione dovrà essere approvato, salvo deroghe, entro il 31 marzo prossimo e l’Amministrazione è al lavoro per cercare di approntare una manovra equa. Le consultazioni sono avviate ed è in programma un’audizione dell’Assessore Morelli davanti alla commissione consigliare Bilancio e Finanze da cui è stato invitato per illustrare le linee guida che la Giunta intenderà seguire.
"Sarà  - ha detto Morelli - un bilancio di rigore dettato dalla stretta ai trasferimenti dallo Stato decisa dal governo e dai limiti di spesa imposti a livello centrale ma l’obiettivo dell’Amministrazione di Massa è di agire sulle leve fiscali in modo da non aumentare la pressione contributiva soprattutto sulle fasce sociali  più deboli." Precisando che si tratta di sue valutazioni personali e che ogni decisione in merito alla manovra fiscale andranno prese di concerto con il Sindaco e tutta la Giunta Municipale l’assessore Morelli ha quindi dichiarato che non è intenzionato a proporre aumenti di aliquota circa l’addizionale Irpef (Imposta sulle persone fisiche). " Nel comune di Massa  - ha detto - l’addizionale applicata è del 3,5 per mille e, al momento, non  rientra nelle strategie fiscali di questa Amministrazione aumentarla. Stessa cosa vale per l’imposta sugli immobili. L’intenzione è quella di non toccare l’ aliquota ICI che adesso è al 4,4 per mille, una fra le più basse in Toscana, al contrario vorremmo ridurla, portandola nel giro di un paio di anni, quando sarà completata l’operazione di adeguamento catastale,  al 4 per mille ".
Il problema su cui l’Amministrazione massese dovrà fare i conti è invece quello dell’aumento di spesa per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti. La possibilità di un ritocco all’insù della Tassa non è un’ipostesi così remota." Stando al piano presentato da Asmiu  - ha dichiarato Morelli - la Tarsu  dovrebbe essere aumentata per far fronte al maggior fabbisogno dichiarato dall’Azienda anche se la decisione di ritoccare questa tassa non è solo e prettamente contabile. Sarà una decisione politica – ha concluso l’Assessore – e  andrà vagliata e condivisa da tutta la Giunta Municipale ".

Argomenti del sito: 


I finanziamenti europei e la programmazione comunitaria. In comune i funzionari si aggiornano con un seminario di formazione

Come cambia il sistema Europa, nuove politiche del finanziamento europeo, i linguaggi, le idee, le possibilità di parternariato, la cooperazione trasnazionale, i bandi e la presentazione dei progetti. L’Amministrazione Comunale attraverso l’ufficio politiche comunitarie ha organizzato un seminario di formazione professionale aperto ai funzionari e ai quadri dell’Ente in collaborazione Euro Idees , la rete degli enti e agenzie europee di sviluppo locale, al fine di accrescere le professionalità interne e creare quella rete di conoscenze e capacità personali che possano concorrere al raggiungimento di obiettivi e progetti finanziabili dagli strumenti comunitari.
Aperto giovedì 22 febbraio in sala consiliare dal Sindaco Fabrizio Neri, il seminario si sviluppa in due intere giornate di studio (la seconda e ultima sessione si terrà martedì 27 febbraio prossimo) sulle tematiche comunitarie con l’apporto di funzionari e professionisti qualificati dipendenti della Regione Toscana, di Sviluppo Italia, della Provincia di Livorno, della Comunità Montana e dei collaboratori di Euro Idees che hanno maturato direttamente sul campo le loro conoscenze sui programmi comunitari.
Come ha dichiarato il Sindaco l’obiettivo è quello di formare una classe di funzionari capaci e sempre più qualificato che sappia misurarsi con i linguaggi e le politiche di finanziamento in uso a livello comunitario e accrescere le possibilità del Comune di Massa di accedere ai finanziamenti. "l’Amministrazione comunale – ha esordito il Sindaco -  attribuisce un’importanza particolare a queste giornate seminariali. L’Europa si è allargata ad est, è cambiata la metodologia di intervento. Abbiamo davanti un nuovo periodo di programmazione, il 2007-2013. Questo nuovo periodo va  avvicinato con una nuova mentalità e una nuova  capacità progettuale che sappia trovare le leve giuste per attivare i finanziamenti comunitari da cui possono dipendere lo sviluppo futuro di imprese e realtà economiche o turistiche locali. Il nostro compito di Amministratori e il vostro di  questa comunità – ha concluso il Sindaco rivolto ai  partecipanti – è di creare occasioni di sviluppo e di crescita economica, essere un valido supporto per coloro che ci chiedono informazioni e che si rivolgono al pubblico  per un sostegno tecnico e programmatico."
A coordinare i lavori del seminario e i relatori, il Presidente di EuroIdees, Luigi Badiali che ha messo in campo la sua esperienza di  consigliere comunale e di esperto in  questioni comunitarie per calibrare il livello degli interventi sulle questioni e le tematiche locali che avranno più di altre la possibilità di essere incluse nella prossima programmazione europea.

Argomenti del sito: 


Realtà locale, storica e produttiva: anno scolastico 2006-2007. Al via il progetto formativo promosso dall'ufficio scuola

Realtà locale, storica, ambientale e produttiva : anno scolastico 2006-2007. E’ il nome del progetto formativo e di approfondimento sulla cultura locale curato dell’assessorato alla pubblica istruzione del Comune di Massa che, secondo una tradizione ormai consolidata,  è entrato anche quest’anno nella fase operativa. Presentato in conferenza stampa dall’assessore Fabrizio Panesi  e dal dirigente del settore scuola Santo Tavella alla presenza dei rappresentanti delle associazioni che hanno aderito all’iniziativa, il progetto rivolto alla partecipazione delle scuole elementari e medie del territorio comunale, coinvolgerà nel 2007  ben sedici associazioni e gli alunni di 234 classi del comune di Massa in un piano formativo allargato alle realtà storiche, alle specifiche culturali e tradizionali del  territorio.
Inserito all’interno degli investimenti per il diritto alla studio per un finanziamento complessivo di oltre 22 mila euro il progetto è il frutto di una collaborazione proficua fra il mondo della scuola, quello dell’associazionismo e dell’Amministrazione comunale per offrire ai giovani studenti e ai docenti l’opportunità di conoscere meglio la storia della città, i suoi monumenti, le sue tradizioni anche culinarie o ambientali. "Lo scopo dichiarato  - ha commentato l’assessore Panesi  - è quello di diffondere l’educazione e la salvaguardia del territorio, la conservazione di alcuni elementi storiografici che riguardano lo specifico comunale e le tradizioni anche popolari legate alla nostra terra. Il successo dell’iniziativa che ogni anno raccoglie sempre maggiori adesioni ci spinge a continuare sulla strada intrapresa ed è motivo di orgoglio per questo assessorato che quest’anno ha investito sul progetto 3000 euro in più rispetto al 2006".   Come ha ricordato il dirigete Tavella  sono 16 le associazioni che hanno aderito al progetto presentato con un bando pubblico dall’ufficio scuola e ben 234 le classi distribuite fra le scuole elementari e medie del comune che attraverso la collaborazione dei loro insegnati organizzeranno incontri specifici con gli alunni e gli esperti provenienti dalle associazioni. Le associazioni percepiscono un contributo che va da 95 a 100 euro per un ciclo di 4 incontri sul tema scelto dagli insegnati in base a percorsi didattici che includono una visita finale ai luoghi o ai monumenti presentati nelle lezioni.

Argomenti del sito: 


OVOQUADRO: un dialogo sull'uovo tra arte pittorica e pasticcera. Sabato 17 marzo inaugura ai Servi la seconda edizione

Pittori e pasticceri famosi, mostre, spettacoli teatrali e concorsi di elaborati grafici per gli alunni delle scuole medie e elementari della provincia. Ovoquadro, la rassegna a scopo benefico ideata da Gumdesign in collaborazione con la sezione provinciale di Telefono Azzurro e l’assessorato alla cultura del Comune verrà inaugurata sabato 17 marzo al Teatrino dei Servi dove continuerà fino al 1° aprile prossimo in un continuo susseguirsi di iniziative e manifestazioni collaterali a scopo benefico. Questa seconda edizione, presentata in conferenza stampa nella sala di rappresentanza di palazzo Bourdillon alla presenza dell’assessore Sabino Antonioli, dell’architetto Claudio Giumelli che ha curato il catalogo della mostra, della presidente del comitato locale di Telefono Azzurro e del comandante Vincenzo Strippoli in rappresentanza del Corpo di Polizia Municipale, si annuncia un’edizione da record.
Saranno infatti ben 32 i pasticceri di fama nazionale e internazionale che collaborano all’iniziativa cercando di creare altrettante opere d’arte in cioccolato ispirati dai quadri dei 30 pittori partecipanti all’iniziativa che rispondono ai nomi di  Ernesto Altamura, Vittore Baroni, Carlo Battisti, Antonio Bove, Jessica Carol, Ennio Corbelli, Gianluca Cupisti, Flavio Del Pistoia, Pino Deodato, David Fochi, Beppe Francescani, Marco Gondoli, Beppe Lippi, Marco Lodola, Remo Lorenzetti, Mauro Lovi, Marco Maffei, Daniela Marchetti, Giorgio Michetti, Stefano Montagna, Mirko Mugnaini, Francesco Musante, Achille Pardini, Antonio Possenti, Serena Pruno, Anna Maria Raffo, Lisandro Ramacciotti, Giuliano Tomaino, Giancarlo Vernazza, Marco Vaccarezza.
L’uovo come simbolo pasquale della nascita è al centro di questa rassegna che unisce l’arte pasticcera a quella pittorica, coinvolge i bambini in un gioco attorno al dolce di cioccolato per eccellenza e non dimentica il fine sociale di richiamare l’attenzione sull’attività benefica e di sostegno ai più piccoli che offre Telefono Azzurro.
Fra le pasticcerie locali, partecipano Arpagaus e la Cioccolateria Haziel di Massa quella dei fratelli Maggiani di Marina di Carrara. Il buffet di inaugurazione sarà curato dai maestri e dagli studenti pasticceri dell’Istituto Alberghiero di Massa. Il giorno dell’inaugurazione, alle ore 18,00, si terrà l’asta di beneficenza dei quadri in mostra che sarà battuta da un esperta del settore. 

Argomenti del sito: 


Si gira a Massa una fiction per Rai 1

La Italian International Film, società di produzione cinematografica presieduta da Fulvio Lucisano, girerà a Massa, in una serie di locations individuate tra piazza Betti e Ronchi Poveromo, alcune scene di una  fiction di prossima programmazione per Rai 1.
Il Tv movie dal titolo ancora provvisorio “Il mondo delle cose senza nome” ha un cast artistico d’eccezione tra cui primeggiano attori come Elena Sofia Ricci, Stefano Pesce e Gioele Dix che lavoreranno guidati dalla regista  Tiziana Aristarco sulla sceneggiatura di Silvia Napolitano.
Da sabato 17 marzo e per una settimana circa fino al 24 marzo prossimo, una troupe IIF sarà quindi a Massa per le riprese assistita, grazie al Patrocinio concesso dall’Amministrazione, da un servizio organizzato dall’Ufficio Traffico e dal comando di Polizia Municipale del Comune.
Il lungometraggio, liberamente tratto dall’omonimo libro di Daniela Rossi, tratta la vicenda di una mamma (Elena Sofia Ricci) alle prese con un figlio nato non udente e del suo difficile percorso alla ricerca di cure adeguate che possano far integrare, nel miglior modo possibile, il piccolo nella vita di tutti i giorni. Cornice di questa storia è un paese sul mare dalle spiccate caratteristiche mediterranee che presenti diverse location che possano aggiungere al telefilm un gradevole impatto visivo dove far svolgere ai protagonisti le loro azioni e sottolineare con la loro bellezza il racconto. In seguito a sopralluoghi già effettuati da esperti della produzione, Massa è stata individuata quale sito ideale per il grande fascino del paesaggio supportato da strutture logistiche adeguate alla lavorazione del film. L’Amministrazione non ha voluto perdere questa importante occasione di promozione del litorale e della riviera apuana e ha deciso di collaborare con la produzione per le necessarie autorizzazioni mentre la società di produzione IIF si impegna a inserire nei titoli di coda del film i ringraziamenti al Comune di Massa.
Dalle indicazioni degli scenografi della produzione i luoghi di ripresa dove verranno allestiti i set sono la scogliera fronte all'ex Colonia Torino, il pontile di piazza Betti, la spiaggia di fronte allo stabilimento Conca d’Oro e l'interno di villa Ronchieri al numero 59 di lungomare levante.

Argomenti del sito: 


L'assessorato all'ambiente promuove una campagna di sensibilizzazione per il risparmio energetico

Lampadine a basso consumo e dispositivi per la riduzione dei consumi idrici. Parte con la distribuzione gratuita di questi piccoli accorgimenti per il risparmio energetico la campagna di sensibilizzazione promossa dall’assessorato all’Ambiente di Giorgio Raffi in accordo con le Associazioni di categoria Ascomtur e Confesercenti. Volta a favorire un  sicuro abbattimento dei consumi di luce ed acqua mediante l’utilizzo di tecnologie a costo zero, la campagna è indirizzata a coinvolgere e sensibilizzare gli operatori turistici scelti quali  interlocutori privilegiati poiché, con le loro attività, a causa della presenza concentrata dei turisti nel periodo estivo, possono raggiungere significativi livelli di pressione ambientale in termini di consumo di risorse idriche ed energetiche, produzione di rifiuti, ecc. In più, l’offerta di servizi turistici sostenibili non solo è  importante per salvaguardare l’economia del paese e la sua ricchezza naturalistica ma  diventa un valore aggiunto per rafforzare l’immagine di una destinazione turistica di qualità quale ambisce ad essere la riviera apuana.
L’iniziativa consiste nella distribuzione gratuita di lampadine fluorescenti, a basso consumo energetico e  di dispositivi per la riduzione dei consumi idrici che permettono un risparmio economico e contribuiscono alla difesa dell’ambiente. Le lampade e gli economizzatori idrici sono stati consegnati a titolo gratuito da Enel, nell’ambito di una campagna per la promozione del risparmio energetico negli usi finali. L’assessorato ha quindi scritto agli esercenti di attività alberghiere, ai gestori dei campeggi e ai proprietari di  stabilimenti balneari invitandoli ad  aderire all’iniziativa comunicando al comune o alle Associazioni di categoria la propria adesione all’iniziativa ed il numero di lampadine e di economizzatori idrici che desiderano  ricevere gratuitamente. Agli operatori che risponderanno sarà consegnato un “logo” che servirà per segnalare che la loro struttura aderisce alla campagna promozionale per il risparmio energetico  contribuendo a diffondere con atteggiamenti individuali una cultura utile a promuovere comportamenti  virtuosi in campo ambientale.

Argomenti del sito: 


A scuola con l'alta tecnologia. Alla primaria di Volpigliano si sperimenta un progetto innovativo

Filippo (nome di fantasia) è un bambino della quarta classe della scuola primaria di Volpigliano e stamani (martedì 3 aprile n.d.r.),finalmente, può rientrare in classe, salutare i compagni, parlare con loro, seguire  la lezione di matematica. Per lui e per tutta la sua scuola oggi è un giorno speciale. Alunni, insegnanti, direttori didattici. Sono in tanti a seguire questo rientro. Ci sono anche l’assessore alla pubblica istruzione del Comune Fabrizio Panesi, i giornalisti della stampa locale ed  alcuni esperti informatici. In tanti hanno voluto essere presenti a questo speciale rientro che è tanto reale quanto virtuale. Reali sono il sorriso e l’emozione di Filippo, reali sono le sue parole e la sua voce, reali i saluti e le battute dei compagni. Ma Filippo è a casa, nella sua cameretta ed entra in classe in tempo reale sfruttando l’alta tecnologia informatica con un sistema di connessione ultra-veloce a banda larga. Due lavagne interattive multimediali a schermo piatto con monitor nel riquadro, due personal computer, un  video proiettore e  una web-cam, compiono l’altra parte di questo miracolo tecnologico.
Il progetto, avviato in via sperimentale e per rispondere ad un'esigenza reale manifestatasi in questa scuola elementare del comune, si chiama,   “La Scuola bussa alla porta….” E’ costato 17 mila€ di cui 13mila€ stanziati dal Comune ma vale molto di più perché dietro c’è il cuore e la volontà dei singoli: il direttore didattico Walter Fiani, l’assessore Fabrizio Panesi, l’ingegner Alessandro Campi. Hanno avuto l’idea e ci hanno creduto mettendo insieme pubblico e privato trovando le sinergie necessarie per far collaborare aziende leader nei rispettivi settori quali Eurobyte, Fastweb e la Giunti Editore. Presentato in conferenza stampa con una dimostrazione che ha collegato la classe alla cameretta di Filippo, questo progetto di insegnamento domiciliare o a distanza ha l’ambizione di fungere da modello nei casi in cui, come quello di Filippo, per una malattia o per altre gravi situazioni di difficoltà, un bambino sia impossibilitato a frequentare la scuola. L’obiettivo è quello di offrirgli l’opportunità di seguire un percorso educativo e di apprendimento anche da casa grazie alla tecnologia che lo aiuti ad interagire in tempo reale con il  gruppo–classe e con l’insegnante. Il bambino partecipa da casa a tutte le attività didattiche come se fosse presente in classe, può scrivere e disegnare sulla lavagna, comunicare con i compagni attraverso monitor e microfono, svolgere compiti, essere interrogato e chiedere spiegazioni all’insegnate. Tutto in tempo reale. Come ha detto il direttore Fiani ringraziando l’Amministrazione comunale e le ditte private che hanno partecipato all’iniziativa "si tratta di un progetto all’avanguardia che è stato possibile realizzare grazie alle tecnologie a disposizione e per il sostegno di chi ci ha creduto. La nostra speranza - ha continuato - è che questa sperimentazione possa servire per risolvere i problemi di altri bambini e di altre famiglie  dimostrando che esiste un altro modo di fare scuola". L’assessore Panesi ha sottolineato come questo progetto dimostri che la scuola è vicina ai bisogni delle famiglie mentre l’ingegner Alessandro Campi del gruppo editoriale Giunti, ha testimoniato l’impegno dell’azienda nel mondo della scuola e  nelle nuove forme di editoria elettronica. Sauro Baci di Eurobyte, guidando la dimostrazione in classe, ha voluto invece evidenziare come in questo progetto siano confluite le esperienze e le più alte tecnologie esistenti in questo momento con una lavagna multimediale realizzata e prodotta in Canada, un software sviluppato in Israele e il meglio dell’editoria pedagogica italiana con la Giunti editori.

Argomenti del sito: 


Lotta integrata alla zanzara tigre: l'Amministrazione non abbassa la guardia contro la diffusione del fastidioso insetto

Prevenire è meglio che curare, anzi, la prevenzione è l’unico rimedio possibile quando il nemico è la fastidiosa zanzara tigre. Contro il molesto insetto anche quest’anno l’Amministrazione comunale e, nello specifico, l’assessorato all’ambiente di Giorgio Raffi,  ha lanciato una massiccia campagna con misure integrate per sconfiggere il proliferare dell’insetto.
Oltre la consueta ordinanza sindacale che bandisce comportamenti che favoriscono l’incubazione della zanzara, secondo l’accordo sottoscritto lo scorso anno tra Asmiu, ASL e i Quartieri, sono state calendarizzate una serie di bonifiche delle aree “a rischio” del territorio comunale che, con cadenza settimanale e a rotazione, cercheranno di tenere sotto controllo lo sviluppo del terribile insetto.
Per questa campagna contro la zanzara tigre è stato anche redatto una sorta di decalogo con regole di “buon comportamento” da comunicare attraverso un’attenta e mirata diffusione delle informazioni a tutti i cittadini la cui collaborazione è fondamentale per la buona riuscita di questa lotta. L’assessore all’ambiente Giorgio Raffi ha ricordato a mezzo stampa i dettagli l’iniziativa che fa perno e sul concetto della collaborazione fra istituzioni e aziende pubbliche, ditte specializzate e privati cittadini.
"La cittadinanza – ha sostenuto l’assessore Raffi – giocherà un ruolo fondamentale non solo perché destinataria della campagna di sensibilizzazione che abbiamo messo a punto ma anche perché svolgerà un significativo ruolo di controllo sulle bonifiche che abbiamo programmato sulle aree pubbliche ". Come ha precisato l’assessore "l’Amministrazione comunale ha investito risorse finanziarie in questa campagna che tuttavia ha bisogno del fattivo contributo della cittadinanza soprattutto quest’anno che, a causa di un inverno poco rigido, si annuncia favorevole alla diffusione dell’insetto ".
Anche l’Asl si è concretamente impegnata nella lotta contro la zanzara tigre garantendo la collaborazione di tecnici specialisti e la diffusione attraverso le sue sedi di una campagna di comunicazione dei “comportamenti virtuosi” anti-zanzara tigre. Lo sviluppo di questa particolare specie di insetto verrà monitorata dai presidi sanitari in quanto potenziale vettore di diverse patologie.  L’Amministrazione inoltre, per fornire un ulteriore servizio ai cittadini, si impegna, attraverso accordi con ditte private, a calmierare i prezzi  del servizio di disinfestazione e stabilire servizi agevolati e particolarmente vantaggiosi per le categorie meno abbienti.

Argomenti del sito: 


Undici spettacoli di prosa e danza per gli alunni delle scuole del comune: inaugurata la stagione di Teatro Ragazzi 2007

La tigre con le scarpe da ginnastica è il fantasioso titolo del primo appuntamento della nuova stagione di Teatro Ragazzi che da febbraio fino a maggio prossimo porterà al Guglielmi o, alternativamente, al teatrino dei Servi, ben 11 spettacoli per ragazzi messi in scena da giovani ma già esperte compagnie. Il 22 febbraio scorso ha debuttato al Guglielmi questa speciale rassegna  di spettacoli teatrali dedicati ai ragazzi e organizzata dall’Ufficio Istruzione del Comune in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo che porterà a teatro, in orario scolastico, le scolaresche divise per classi d’età.
L’assessore Fabrizio Panesi ha presentato in conferenza stampa la rassegna  coadiuvato dalla Presidente di Fondazione Simonetta Pecini, dal dirigente dell’ufficio Scuola Santo Tavella e dal direttore artistico Mauro Paladini assicurando che per  l’edizione 2007 della rassegna è stato messo a punto un calendario di rappresentazioni che offriranno non solo divertimento e momenti di stupore ma anche occasioni di riflessione e di educazione importante  per i giovani spettatori.
Nella programmazione di quest’anno saranno rappresentati alcuni testi capitali della letteratura per l’infanzia  e i ragazzi avranno l’occasione, grazie all’apporto fondamentale dei loro insegnanti, di diventare  protagonisti essi stessi attraverso gli approfondimenti educativi sul variegato e meraviglioso mondo dello spettacolo.
Come ha sottolineato l’assessore Panesi "l’Amministrazione ha posto una particolare attenzione nei confronti di questa iniziativa che considera una seria esperienza educativa e culturale. I giovani – ha aggiunto l’assessore – sono il nostro futuro, la nostra speranza ed è doveroso offrire loro il meglio. Attraverso il teatro potranno conoscersi un po’ più a fondo, apprendere cose nuove anche sull’importanza del lavoro di gruppo, conoscere l’ambiente teatro e soffermarsi a riflettere su alcuni spunti propri di questi testi che sono fra i più belli della letteratura per ragazzi" . "Le varie forme teatrali contribuiscono a rinnovare il rapporto con il pubblico " ha poi aggiunto Simonetta Pecini  ricordando che quest’anno calcheranno la scena di teatro ragazzi anche  compagnie di danza con due spettacoli e un laboratorio .
A marzo dopo Il Piccolo Principe in scena il 2 e Mangiadisk il 5, sono in calendario  Buff’opera: Cenerentola  il 14 e Il Giardino Giapponese dal 27 al 29 prossimo. Quindi, ad aprile, si apre con  Pierino e il Lupo il 3, poi Il Mago di Oz il 12 e 13 e  Mowgli del libro della Giungla il 27. In programma a maggio Pinocchio il 9  e Bandiera il 18.

Argomenti del sito: 


Frana a Guadine: l'Amministrazione mantiene alto il livello di attenzione, ringrazia i volontari e la popolazione

Per il lavoro, l'impegno costante, l'abnegazione di operai, volontari, vigili del fuoco e tecnici che da quindici giorni stanno operando per mettere in sicurezza il versante montano interessato dalla frana verificatasi a Guadine nella notte tra il 27 e il 28 febbraio scorso, l'Amministrazione comunale ha voluto esprimere un sentito ringraziamento pubblico. Un particolare riconoscimento è stato rivolto mezzo stampa alla popolazione per la pazienza e la dignità con cui ha sopportato e sopporta la situazione di disagio venutasi a creare per la chiusura al traffico veicolare di Via Alta Tambura che dovrà protrarsi fino alla messa in sicurezza dei massi pericolanti rimasti sul versante.

Argomenti del sito: 


I classici nostri contemporanei: dal 19 gennaio al Guglielmi la rassegna che porta in scena quattro grandi testi classici

Dopo il successo dello scorso anno l’assessorato alla cultura e Fondazione Toscana Spettacolo rilanciano anche per il 2007 la rassegna di prosa  “I classici nostri contemporanei”. Si tratta di quattro spettacoli per quattro testi classici riscoperti da quattro giovani compagnie. Dal 19 gennaio prossimo al  Guglielmi si potranno gustare le piéce scritte da Goldoni, Garçia Lorca, Eschilo e Beckett ad un prezzo davvero vantaggioso. Oltre ad aver aumentato il numero degli spettacoli (lo scorso anno erano tre) il settore Cultura e Fondazione Toscana Spettacolo propongono quest’anno una bella iniziativa collaterale dal titolo “Il Teatro in Biblioteca, la Biblioteca a Teatro”. Presso la Biblioteca civica Stefano Giampaoli nei giorni di spettacolo si svolgeranno, nella sala della Linea Gotica a partire dalle 16,30,  incontri con le compagnie, mentre a teatro una postazione della Biblioteca darà informazioni su percorsi di lettura degli autori messi in scena oltre a fornire notizie e biografie sugli stessi.
Per questa rassegna, voluta soprattutto per avvicinare i più giovani a teatro e studiata per un pubblico di nicchia che vuole recuperare i classici riproposti da giovani ma già noti artisti, è partita la campagna vendita biglietti. Il teatro sarà interamente a disposizione per ogni spettacolo che è a posto unico al prezzo di € 10,00 (€ 8,00 per il ridotto) . In abbonamento si potranno vedere tutti e quattro gli spettacoli al prezzo speciale di  € 26,00. Come ha ricordato l’assessore Sabino Antonioli l’amministrazione ha voluto investire in questa rassegna che si rivolge espressamente, per temi e costi, ad un pubblico giovane. Oltre ad aver accresciuto il numero degli spettacoli  - ha aggiunto l’assessore alla cultura - abbiamo pensato di coinvolgere la cittadinanza in un rapporto diretto con le compagnie portandole però in Biblioteca in modo da creare uno stimolante interscambio di pubblico" 

Argomenti del sito: 


Approvata dal Consiglio Comunale la variante normativa al piano di recupero d'area del Nuovo Pignone promossa dalla Giunta

Il Consiglio Comunale, all'unanimità, ha approvato la variante normativa al piano di recupero d’area del Nuovo Pignone presentata dalla Giunta Municipale . L’atto è il via libera alla possibilità di ristrutturazione dell’azienda da un punto di vista urbanistico per far sì che l’azienda stessa possa adeguare gli edifici attualmente adibiti alla produzione alle nuove esigenze tecniche e tecnologiche dettate dalla modernizzazione dei macchinari. 
Come ha sottolineato il Sindaco Fabrizio Neri questo atto testimonia l’attenzione dell’Amministrazione Comunale alle esigenze avanzate dalle imprese locali che sono il vero volano dell’economia e possono trainare la ripresa di tutto il tessuto sociale e produttivo del territorio.
Abbiamo sempre dichiarato  - ha detto Neri - la nostra sensibilità alle esigenze di sviluppo concrete avanzate dalle aziende locali, aziende serie che presentano piani di rilancio produttivo e occupazionali, che hanno voglia di investire sul territorio. In particolare ci sentiamo di affiancare il Nuovo Pignone che è una delle più grosse aziende del comprensorio che sta vivendo un trand positivo, ha acquisito importanti commesse sul mercato internazionale e che aveva necessità di ampliare gli  impianti per adeguarli alle specifiche richieste avanzate dai mercati mondiali. Questa modifica normativa consentirà all’azienda di implementare gli impianti e noi ci auguriamo che lo sviluppo dell’azienda sia da traino per una ripresa della nostra economia”.
In pratica, la variante normativa licenziata dalla Giunta e approvata in Consiglio, permette di superare alcune rigidità fissate dal vecchio Piano di Recupero d’Area Nuovo Pignone adottato nel lontano 1995 dall’allora Consiglio Comunale.   Si tratta di un atto importante per lo sviluppo dell’azienda massese leader della produzione metalmeccanica che permetterà alla stessa di ristrutturare gli impianti produttivi  e di adottare un nuovo piano industriale all’altezza delle esigenze di produzione moderna.
La variante normativa approvata va in due direzioni. Da una parte aggiorna la definizione delle categorie di intervento fissate nella vecchia Legge Regionale n.59 del 1980 e già abrogata dalla successiva Legge Regionale n. 1 del 2005 consentendo così di adeguare il Piano di recupero d’area Nuovo Pignone adottato su quella base dal Consiglio nel 1995; dall’altra riforma la classificazione degli edifici (che vengono generalmente suddivisi in base a categorie quali il  valore storico, culturale,  ecc.) superando vecchie rigidità per rendere le stesse classi più flessibili e adatte a rispondere anche alle necessità di sviluppo tecnologico e produttivo di un’ azienda.
Questa variante esplicita le limitazioni alla gestione degli strumenti urbanistici e al potere di pianificazione dei comuni e  consente di adottare, approvare e rendere più efficaci quei piani attuativi con le loro varianti che si qualifichino come completamento di ambiti già urbanizzati . Sostanzialmente con la variante al Piano di Recupero d’Area l’azienda  Nuovo Pignone potrà ora ristrutturare l’edificio principale in cui avviene la produzione, alzare il capannone centrale e impiantare nuovi macchinari più moderni e efficienti che consentiranno lo sviluppo anche industriale della produzione. Le possibilità di aumento complessivo della volumetria dell’edificio sono  da adesso  legate alle funzionalità di produzione.

Argomenti del sito: 


Il comune di Massa fra gli espositori istituzionali alla millenaria fiera aostana di S. Orso

L’assessore alle attività produttive e commercio Fabrizio Brizzi  ha guidato anche quest’anno la delegazione comunale ospite della ormai millenaria fiera aostana di S. Orso. La tradizionale fiera internazionale di prodotti enogastronomici e artigianali è giunta alla 1007esima edizione e si è tenuta lo scorso 30 e 31 gennaio ad Aosta con un sempre crescente numero di espositori e visitatori.
Come ha sottolineato l’assessore Brizzi "la fiera di Aosta è un grande evento che attira visitatori da ogni parte d’Italia e anche dall’estero, con presenze che quest’anno sono state valutate intorno ai 200 mila visitatori. Ci sono oltre 1600 stands solo per il comparto artigianale, poi c’è un grande settore dedicato ai prodotti tipici e agli stands commerciali quindi un altro per gli ospiti istituzionali".
Fra questi, per la prima volta, su invito espresso del Sindaco di Aosta e il beneplacito della regione Val d’Aosta, il comune di Massa è stato presente con un proprio stand organizzato dall’assessorato alle Attività Produttive insieme alle associazioni Confturis e Strada del Vino."E’ un grande onore – ha ricordato Brizzi – essere ospitati in questa fiera. Per partecipare anche solo come semplici espositori ci sono liste d’attesa lunghissime e per il nostro Ente è stato un vero successo essere presenti fra gli stands istituzionali perché abbiamo aperto in questa grande esposizione una finestra su Massa e il suo territorio, i suoi prodotti, la sua gente. E’ stata un’occasione importante – ha concluso Brizzi – per promuovere il nostro territorio e i nostri prodotti, un’occasione che non ci siamo fatti scappare e che viene dopo più di tre anni di buoni  rapporti istituzionali con i nostri colleghi di Aosta. Lo scorso anno partecipammo come ospiti fra gli espositori alla fiera grazie all’ospitalità che ci venne offerta dagli amministratori aostani che modificarono il regolamento per l’accesso alla fiera. Negli anni scorsi siamo stati ospitati alla fiera di S.Grato che è un’iniziativa simile a quella si S.Orso ma meno radicata e di minor importanza. Quest’anno l’ufficializzazione fra gli stand istituzionali."

Argomenti del sito: 


Il Comune aderisce alla campagna M'illumino di Meno

L’Amministrazione Comunale, con l'approvazione della deliberazione di G.M. 24 del 9/2/2007, ha aderito alla Giornata Internazionale del Risparmio Energetico, promossa dalla redazione della trasmissione radiofonica Caterpillar  con l'iniziativa chiamata "Mi illumino di meno". Dalle ore 18 alle ore 19,30 del 16 febbraio  sarà spenta la illuminazione a giorno del Castello Malaspina e  la pubblica illuminazione della storica Piazza Aranci.

Argomenti del sito: 


Non vendete uova nè bombolette di schiuma. L'Amministrazione lancia un appello ai commercianti per un carnevale di festa

L’Amministrazione Comunale ha avviato una campagna di sensibilizzazione rivolta ai cittadini e ai commercianti per arginare i fenomeni di bullismo che caratterizzano il comportamento di alcuni adolescenti durante le manifestazioni e le feste di Carnevale.
Attraverso l’assessorato alle attività produttive di Fabrizio Brizzi e il Comando di Polizia Municipale, si è promossa e tenuta lunedì 19 febbraio, una riunione pubblica che ha coinvolto le associazioni dei commercianti e i rappresentanti del Centro Naturale Vivi-Città per invitare i proprietari di negozi e i gestori di pubblici esercizi a partecipare, anche in modo informale e simbolico, alla prevenzione di fenomeni di “imbrattamento” di persone, cose ed edifici pubblici.
Con una lettera firmata dall’assessore e dal comandante P.M. che verrà affissa sulle vetrine e nei negozi che aderiranno all’iniziativa, si chiede, come atto simbolico, ai commercianti e agli operatori della media e grande distribuzione di ritirare dal commercio per la giornata di Martedì grasso uova, bombolette spray di schiuma da barba, arance, farina e qualsiasi altro materiale o strumento che possa essere utilizzato per imbrattare cose o persone. In alternativa si propone di porre particolare attenzione ai banchi e agli scaffali che espongono tali merci affinché le stesse non vengano acquistate da adolescenti.
Come ha sottolineato l’assessore Brizzi "si tratta semplicemente di un atto simbolico e l’Amministrazione di Massa ha voluto testimoniare la propria vicinanza ai problemi lamentati dai cittadini e dai commercianti che sono vittime di certi fenomeni. La nostra intenzione è lanciare un messaggio di distensione a tutta la città chiedendo la collaborazione di tutti, anche e soprattutto delle famiglie, affinché il carnevale torni ad essere una festa, un occasione di divertimento per tutti". Dello stesso parere il Comandante PM e i rappresentanti delle associazioni economiche che, rappresentati da Paolo Arpagaus, Gabriella Selvini, Umberto Sarto e Giancarlo Pantani, si sono detti pronti a collaborare . L’impegno dei partecipanti alla riunione è di proporre per il prossimo anno la stessa campagna anticipandone i tempi e allargandola alla partecipazione delle istituzioni scolastiche per trovare forme di comunicazione dirette ai giovani.

Argomenti del sito: 


Si chiama PEC ed è il nuovo servizio di Posta Elettronica Certificata attivo in comune presso l'ufficio protocollo

Si chiama PEC, l’acronimo di Posta Elettronica Certificata, ed è il nuovo servizio di posta attivato in Comune in ottemperanza a quanto previsto dal Codice dell’Amministrazione Digitale (Dlgs n° 82 del 7 marzo 2005).
Si tratta infatti di una casella di posta elettronica il cui indirizzo è comune.massa@postacert.toscana.it ed è un sistema di comunicazione molto simile alla posta elettronica standard a cui si aggiungono alcune caratteristiche tecnologiche di sicurezza e di certificazione della trasmissione che rendono i  messaggi opponibili a terzi. I documenti trasmessi con questo sistema di posta elettronico sono inviati con firma digitale e quindi, per tutti gli effetti di legge, equivalenti all’originale, in altre parole, copie conformi dell’originale stesso.
Da quest’anno i cittadini, le imprese e le altre Pubbliche Amministrazioni locali e centrali, dotate a loro volta di una propria casella di PEC, potranno comunicare con il Comune di Massa inviando documenti informatici (file) con le stesse garanzie legali della Raccomandata Postale con Ricevuta di Ritorno. Queste garanzie sono legate al fatto che il mittente appena spedisce un regolare messaggio di PEC riceve dal proprio gestore di posta certificata una "ricevuta di accettazione" la quale, in quanto firmata digitalmente dal gestore stesso, ha lo stesso valore legale della ricevuta che le Poste rilasciano al momento della consegna di una raccomandata.
Inoltre, quando il messaggio spedito viene depositato nella casella di PEC del destinatario, il mittente riceve dal gestore della posta certificata un'ulteriore "ricevuta di consegna", anch'essa firmata digitalmente e quindi in quanto tale equivalente a tutti gli effetti di legge alla cartolina di A/R rilasciata dalle Poste. Ulteriore valore aggiunto di questo strumento è che, al contrario di quanto succede con la raccomandata ordinaria, la ricevuta di consegna contiene, in allegato, anche il messaggio vero e proprio (con tutti gli eventuali allegati). Questo significa che la PEC fornisce al mittente una prova, firmata dal gestore di posta certificata del destinatario, di tutto il contenuto che è stato recapitato. L’attivazione della casella PEC del comune è stata possibile grazie al lavoro di coordinamento del settore Servizi Informatici  che con il dott. Franco Dalle Mura ha seguito le fasi di installazione e formazione del personale. Responsabile della casella PEC e dell’Ufficio Protocollo è la signora Dina Ceragioli.

Argomenti del sito: 


Il TAR Toscana respinge la richiesta avanzata da Cir Food contro l'affidamento del servizio di ristorazione scolastica

La II Sezione del TAR Toscana, riunita in Camera di Consiglio il 25 Gennaio, ha respinto con ordinanza n. 98/2007 l’istanza cautelare presentata dalla Società  Cooperativa Cir Food S.c. – in proprio e quale capogruppo mandataria della costituente A.T.I. composta da Soc. Italiana di Ristorazione Società Cooperativa, Cooperativa lavoratori Ausiliari del Traffico L.A.T., B&B Service Soc. Coop. e Impresa Pulix Coop. S.c.r.l. - per richiedere la sospensione della determinazione del dirigente dell'Ente Dott. Santo Tavella con cui, in esito alla procedura di gara, è stato aggiudicato al Consorzio Team Service Soc. Consortile a.r.l. l'appalto concernente il servizio di ristorazione scolastica.
Il Giudice Amministrativo, in accoglimento delle tesi difensive dell'Ente, rappresentato dal Prof. Avv. Giuseppe Morbidelli e dall'Avv. Francesca Panesi,  ha infatti ritenuto che il ricorso non sia fondato su motivazioni giuridiche sufficienti per prevedere un suo accoglimento nella successiva fase di merito, riconoscendo al contempo la legittimità del comportamento tenuto dalla Commissione giudicatrice dell'appalto e dagli uffici del servizio Gare e Contratti dell'Ente. 
 

Argomenti del sito: 


Natale a Massa: tradizione e feste di piazza per tutta la famiglia

Feste di piazza, animazione per bambini, concerti e presepi storici.Tra tradizione e spettacoli senza dimenticare uno spazio dedicato alla musica e ai concerti, il  Natale a Massa sarà un un’occasione per ritrovarsi con tutta la famiglia. E’ stato l’assessore Sabino Antonioli a presentare, in conferenza stampa, le manifestazioni organizzate dall’Amministrazione per le festività natalizie che si terranno, quasi quotidianamente, nelle vie e piazze del centro a partire da lunedì 18 dicembre e fino all’Epifania compresa.
Zampognari, babbi natale, presepi storici , concerti gospel e la tradizionale festa di Fine Anno in piazza Aranci sono gli avvenimenti che anche quest’anno animeranno gli angoli della città e creeranno momenti di incontro per i cittadini massesi e non. <<Abbiamo cercato – ha detto l’assessore - di costruire un programma adatto a tutti con un occhio particolare rivolto ai bambini senza dimenticare i più giovani perché siamo convinti che il Natale sia un’occasione per ritrovarsi e godere della compagnia di parenti e amici>>.
Si parte lunedì 18 dicembre con l’esibizione del Golden Gospel Singer sul palco del Garibaldi ed è confermato anche il concerto di musica classica di Capodanno in collaborazione con l’orchestra di Massa-Carrara. Appuntamento clou, la festa di fine anno in piazza Aranci che sarà ripresa e trasmessa in diretta dalle telecamere di Antenna 3 con musica e balli per arrivare all’incontro ormai tradizionale e atteso dai più piccoli con La Befana che vien dal Mare che porterà doni e dolcetti sul Pontile di marina di Massa.
Tra i punti di forza di queste manifestazioni l’organizzazione di presepi storici nei luoghi malaspiniani della città grazie alla collaborazione con il professor Alberto Grossi, le scuole del territorio e l’assessorato alla cultura a celebrare il 450° anno dalla fondazione di Massa. Non mancheranno le occasioni di beneficenza con la Befana Azzurra dei vigili urbani e ci saranno il tradizionale presepe meccanico alla Rocca e il Giocoloriamo di telefono Azzurro per i più piccoli.

Argomenti del sito: 


Mercatini e feste di piazza salutano l'avvio del nuovo anno. In mostra le specialità della tradizione agroalimentare massese

Eventi caratteristici attesi dalla comunità come appuntamenti della tradizione con qualche novità che apre al sociale per unire l’aspetto più prettamente turistico e commerciale di alcune fiere e mercatini tipici di inizio anno a quello culturale e recuperare il senso sociale delle festività.

Argomenti del sito: 


Pagine